7 modi per sbarazzarsi delle allergie stagionali

  • Analisi

Nella stagione calda, è così piacevole passeggiare nel parco verde, letteralmente costellato di aiuole con varie piante, passeggiare lungo il vicolo con rose e tulipani, ammirare lo spettacolo di iris, peonie e gigli in fiore nel giardino botanico. Molte persone scelgono per se stessi un modo simile di riposo, introducono bambini, familiari adulti e amici. Ma per una persona con una sensibilità individuale al polline, è meglio rifiutare l'invito. L'allergia alla fioritura è una variante stagionale dell'apparato respiratorio e degli occhi, che può svilupparsi in pazienti di età diverse. È caratterizzato da disturbi respiratori, lesioni infiammatorie della congiuntiva, nonché sintomi della pelle e delle mucose. A seconda della gravità del corso, la patologia crea un notevole disagio o addirittura minaccia la vita del paziente.

Le ragioni

L'allergia che si verifica negli adulti e nei bambini durante il periodo di fioritura di massa delle piante è spiegata da una reazione al polline nell'aria. Contiene una proteina (proteina) che viene identificata dal sistema immunitario come una minaccia per il corpo - il contatto con esso porta alla produzione di speciali composti protettivi (anticorpi). Questo tipo di sensibilità individuale era chiamato "febbre da fieno", in passato - "febbre da fieno".

Esistono tre periodi di spolveratura:

  1. Primavera (da marzo a maggio). In questo momento, le persone sensibili reagiscono agli alberi e agli arbusti: quercia, nocciola, cenere, pioppo (in basso). Possibile allergia all'erba - piantaggine, dente di leone giallo.
  2. Estate (da giugno ad agosto). Le più importanti sono le piante di bluegrass: erba di grano, coda di volpe, segale.
  3. Autunno (inizia a metà luglio e termina a ottobre).

Assenzio, quinoa e una nota erbaccia allergenica - ambrosia.

Il polline ha volatilità: la capacità di essere trasportato con le correnti del vento su distanze considerevoli. Durante la pioggia, diventa più facile per il paziente, poiché scompare dall'aria, ma in primavera ed estate nei giorni di sole, la sua concentrazione è molto alta.

Le persone che hanno un'allergia alla fioritura dovrebbero essere consapevoli che esiste un altro pericolo che devono affrontare: le reazioni crociate, che sono lo sviluppo della sensibilità agli alimenti e ai farmaci a base di estratti di piante, le cui proteine ​​hanno una struttura simile alle proteine ​​delle particelle di polline.

Le violazioni, a differenza della febbre da fieno, possono manifestarsi in qualsiasi momento dell'anno, il che richiede costante attenzione e attenzione da parte dei pazienti..

Sintomi

I segni di allergia alla fioritura sono concentrati in diverse "lesioni":

Appaiono molto rapidamente: è sufficiente un contatto a breve termine con il polline. In primo luogo, appare un sintomo: un naso che cola, quindi è completato da cambiamenti patologici negli occhi. Se una persona ha toccato la pianta con le mani, la pelle nell'area di contatto soffre (vedi foto).

Disturbi respiratori

Questo gruppo include violazioni da tutte le parti del tratto respiratorio - sia superiore (naso, faringe) che inferiore (laringe, trachea, bronchi, polmoni). Possono verificarsi i seguenti sintomi di allergia alla fioritura primaverile:

  • congestione nasale;
  • scarico mucoso di una consistenza liquida dalle narici;
  • diminuzione dell'olfatto;
  • prurito, starnuti, tosse;
  • mancanza di respiro, in cui è difficile per il paziente espirare aria dai polmoni;
  • l'apparenza di respirazione rumorosa, respiro sibilante sonoro secco.

Sono descritti i segni di rinite e asma bronchiale - queste patologie si verificano sia separatamente che in combinazione. Il quadro clinico è spesso integrato da sintomi di otite media: prurito alle orecchie, compromissione dell'udito. È anche probabile un aumento della temperatura corporea: un paziente adulto, di regola, nota la febbre subfebrile (da 37,1 a 37,9 ° C)

Danni agli occhi

Può verificarsi sia in forma acuta che cronica. Nel primo caso, si notano sintomi pronunciati di un'allergia alla fioritura:

  1. Prurito intenso, quasi insopportabile all'interno delle palpebre.
  2. Edema congiuntivale significativo combinato con arrossamento.
  3. Scarico eccessivo di liquido lacrimale.
  4. Una sensazione di bruciore, "sabbia", "macchie" negli occhi.

Il paziente deve portare con sé una sciarpa ovunque, gli è difficile lavorare con un computer, piccoli dettagli, documenti. Nel secondo tipo di reazione, il paziente è preoccupato per il prurito periodicamente ricorrente delle palpebre, che è combinato con moderato gonfiore e arrossamento. Anche la lacrimazione è presente. Con lo sviluppo di complicanze della cornea (cheratite), l'acuità visiva diminuisce.

Per evitare l'aggiunta di un'infezione, è necessario rifiutare di graffiare gli occhi e utilizzare eventuali gocce solo su raccomandazione di un medico..

Segni aggiuntivi

Questi sono sintomi facoltativi ma probabili che accompagnano la rinite e la congiuntivite classiche. Come si manifesta l'allergia alla fioritura? Le seguenti violazioni sono caratteristiche:

  • eruzione cutanea sulla pelle (macchie, vesciche, vesciche - elementi grandi e piccoli);
  • arrossamento e gonfiore delle mucose in combinazione con prurito di vari gradi di intensità;
  • nausea, vomito, flatulenza, feci turbate, dolore epigastrico;
  • debolezza generale, aumento della temperatura corporea.

Si verificano quando vengono consumate particelle di polline (ad esempio, se il paziente sta pranzando in giardino e l'allergene cade accidentalmente sul piatto) o in caso di reazioni crociate.

Caratteristiche del corso nei bambini

I sintomi di un'allergia alla fioritura in un bambino sono simili a quelli negli adulti, ma sono molto più difficili per un piccolo paziente. La pollinosi è una grave minaccia per la salute. I cambiamenti infiammatori nel tratto respiratorio superiore colpiscono l'intero corpo nel suo insieme, accompagnati da una varietà di effetti avversi. Una descrizione delle sfumature delle manifestazioni durante l'infanzia può essere presentata nella tabella.

PatologiaSintomicomplicazioni
riniteC'è congestione persistente, scarico trasparente in un volume significativo, "saluto allergico" (strofinando la punta del naso), ripetuti starnuti. Il bambino ha le occhiaie sotto gli occhi, la pelle sopra il labbro superiore diventa rossa a causa dell'irritazione con secrezioni e un fazzoletto. Il paziente respira attraverso la bocca, russa durante il sonno, la mattina inizia con una sensazione di secchezza e dolore alla gola. Il bambino può rifiutare il cibo o mangiare poco ed essere riluttante, perché gli è difficile respirare a causa del gonfiore della mucosa nasale.Lo sviluppo della tubo-otite allergica è molto probabile, in cui si verifica la disfunzione della tromba di Eustachio - su uno o entrambi i lati. Le orecchie sono bloccate, con un forte calo di pressione, possono ferire. Inoltre, l'acuità dell'udito diminuisce. I bambini possono sviluppare una rinite batterica, una sinusite (un processo infiammatorio nei seni paranasali). Inoltre, nella stagione di esacerbazione della pollinosi, viene rivelato un aumento delle dimensioni delle adenoidi..
CongiuntiviteÈ caratterizzato da arrossamento, intenso prurito agli occhi, che rende difficile per il bambino astenersi dai graffi, nonché abbondante scarico del liquido lacrimale.Molto spesso, il paziente è minacciato di infezione a causa di danni alla mucosa con le unghie, oggetti estranei utilizzati per alleviare almeno temporaneamente il prurito. Esiste anche il rischio di cheratite (infiammazione della cornea).
Asma bronchialeL'attacco inizia in modo acuto, poiché i "precursori" sono sintomi non specifici: ansia, irritabilità, eccitazione mentale e motoria. A volte si osserva una grave aggressività. Dopo un po ', appare respiro corto con espirazione prolungata, tosse, rantoli sibilanti si sentono nei polmoni.Se l'asma del bambino è dovuto alla febbre da fieno, non dovrebbero esserci complicazioni con un trattamento adeguato. Tuttavia, con una variante cronica della malattia, esiste il rischio di attacchi più frequenti, la formazione di cambiamenti irreversibili nell'albero bronchiale. Inoltre, non è possibile escludere la probabilità di sviluppare lo stato di asma, in cui l'episodio dei disturbi respiratori non scompare da solo e l'accumulo di espettorato viscoso nelle parti inferiori del tratto respiratorio porta al loro blocco, il che significa un aumento della deprivazione di ossigeno (ipossia) e soffocamento..

Un bambino piccolo potrebbe non avere perdite nasali: se è costantemente in posizione supina, la secrezione liquida scorre lungo la parte posteriore della gola, dando l'impressione dell'assenza di un naso che cola.

Anche i sintomi atipici dell'allergia alla fioritura nei bambini sono abbastanza probabili. Tra loro:

  • febbre;
  • nausea;
  • dolore addominale, diarrea;
  • vertigini, debolezza;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • sensazione di compressione dietro lo sterno;
  • eruzioni cutanee.

Sono osservati in combinazione con manifestazioni classiche, il che rende possibile almeno sospettare la febbre da fieno insieme ad altre probabili patologie: intossicazione e infezione.

Diagnostica

Solo uno specialista, ad esempio un allergologo adulto o pediatrico, può confermare l'ipotesi che un paziente abbia la febbre da fieno. Alla consultazione iniziale, vengono raccolte informazioni relative alle condizioni generali del paziente, alle caratteristiche del decorso della malattia, viene elaborato un piano di indagine.

Test di laboratorio

Questa è l'opzione diagnostica più sicura, che non richiede il contatto diretto del paziente con sostanze provocanti. Si basa sul rilevamento di anticorpi specifici della classe IgE, che il sistema immunitario utilizza per attuare una risposta all'invasione di allergeni. Viene eseguito uno studio sul siero di sangue, per il quale è necessario prenderlo da una vena in una sala di trattamento.

In preparazione all'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici (sebbene alcune tecniche moderne possano essere utilizzate anche sullo sfondo di un normale carico di farmaci). L'uso di glucocorticosteroidi è decisamente escluso.

Test cutanei

Sono di grande importanza per la diagnosi della febbre da fieno, sono divisi in molte varietà:

  • test di puntura (micro-puntura);
  • scarificazione (creazione di graffi superficiali);
  • gocciolamento (applicazione di una piccola quantità di sostanza stimolante), ecc..

Tutti implicano il contatto con il sospetto allergene per iniziare una reazione. Se la pelle nell'area di contatto diventa rossa, si gonfia, inizia a prudere, appare una papula (nodulo) o una vescica, parlano di un risultato positivo - cioè la presenza di sensibilità alla soluzione del test.

Una condizione importante per i test è l'assenza di sintomi acuti di allergia o infezione, malattie della pelle.

Questi fattori possono distorcere gli indicatori, interferire con un'interpretazione adeguata..

Test provocatori

Per rilevare la sensibilità, una soluzione diluita moltiplicata di un allergene viene gocciolata in un occhio, narice (la mucosa sull'altro lato è considerata "controllo", cioè serve a valutare correttamente i risultati e confrontare visivamente i cambiamenti).

Se appare gonfiore, lacrimazione, prurito, il test è considerato positivo. L'area che è stata in contatto con l'allergene viene lavata con soluzione salina, dopo di che viene utilizzato un farmaco per alleviare i sintomi (compressa di Cetrin, gocce di vasocostrittore a base di xilometazolina, ecc.). Gli esami cutanei e provocatori non devono essere eseguiti su donne in gravidanza, persone con anamnesi di shock anafilattico.

Trattamento

Pensando a cosa fare con un'allergia alla fioritura, è necessario farsi un'idea dei metodi esistenti per migliorare le condizioni del paziente. Un medico qualificato ti aiuterà a capire quale opzione terapeutica è necessaria in un caso particolare..

Principio di eliminazione

Implica la creazione di condizioni in cui il paziente non entrerà in contatto con una sostanza provocante, cioè il polline. La soluzione migliore è partire per un po 'in una regione sicura. Tuttavia, non tutti possono permettersi vacanze regolari e lunghe, proprio come cambiare il loro luogo di residenza. Pertanto, vengono utilizzate misure aggiuntive:

  1. Chiudere tutte le finestre, le porte, i balconi della casa. Per mantenere una temperatura confortevole - installare un condizionatore d'aria.
  2. Evitare cibi allergenici crociati.
  3. Eliminazione di piante da interno che possono fiorire.
  4. Ridurre al minimo la durata di passeggiate per strada, gite in parchi, piazze, campi, giardini.
  5. Pulizia giornaliera bagnata in casa.
  6. Indossa una maschera, occhiali da sole.

L'eliminazione non è una cura per l'allergia alla fioritura, ma è un metodo efficace, senza il quale l'efficacia dei preparati farmacologici è significativamente ridotta.

Terapia desensibilizzante

L'opzione di implementazione più semplice è il farmaco. Un antistaminico (Cetrin, Erius) eliminerà rapidamente qualsiasi sintomo doloroso, sia esso un naso che cola o un'eruzione cutanea. Se si sceglie un prodotto di nuova generazione, la sonnolenza è esclusa. Un metodo più efficace, indicato in casi gravi, è l'uso di glucocorticosteroidi topici (Nasonex, Elokom). Esistono diverse forme medicinali: compresse, gocce, unguenti, soluzioni per iniezioni, ecc..

L'omeopatia per la febbre da fieno non è raccomandata: è meglio scegliere l'opzione di terapia tradizionale. Come agente barriera, puoi usare un farmaco a base di cellulosa - Nazaval, che può rendere la mucosa nasale impermeabile alle particelle di polline.

L'allergia alla fioritura può anche essere trattata con un ciclo di iniezioni di dosi crescenti di sostanze provocanti. Questo metodo si chiama immunoterapia: consente di ridurre la sensibilità del corpo e l'assenza di reazioni quando viene a contatto con il polline.

Opzione domestica: l'uso di infusi, decotti e altri mezzi di medicina alternativa è controindicato, come qualsiasi rimedio a base di erbe.

Poiché la composizione contiene componenti vegetali, è possibile lo sviluppo di gravi disturbi: orticaria, edema di Quincke, broncospasmo, shock anafilattico. È impossibile curare la febbre da fieno da soli, qualsiasi metodo popolare dovrebbe essere discusso con un medico.

Prevenzione e suggerimenti

Non è sufficiente sapere come trattare un'allergia alla fioritura - è anche importante essere in grado di prevenirla. Per evitare il contatto con il polline, è necessario:

  • rimuovere i fiori da casa, dall'ufficio;
  • distruggere un albero capace di spolverare se cresce vicino alle finestre;
  • lavarsi le mani, cambiare vestiti e scarpe dopo il ritorno dalla strada - e questo dovrebbe essere fatto da ogni membro della famiglia;
  • fare regolarmente il bagno e pettinare gli animali che escono di casa (è auspicabile che non il paziente, ma una persona sana lo faccia);
  • usare una garza bagnata per appendere le prese d'aria;
  • indossare sempre gli occhiali;
  • non aprire i finestrini quando ci si sposta in macchina.

Questi eventi, combinati con la terapia farmacologica, aiuteranno a far fronte ai fenomeni della febbre da fieno e la primavera si rallegrerà di nuovo con i suoi colori. Affinché l'allergene in fiore non danneggi la salute del bambino, dovresti parlargli del pericolo della malattia - e per consolidare la conoscenza, regalare qualche souvenir (lascia che sia, ad esempio, una piccola lettera o una figura che porterà con sé). Altrimenti, i bambini, mentre giocano, possono arrampicarsi sugli alberi, strappare le erbacce e quindi provocare reazioni avverse dal proprio corpo..

Come riconoscere il verificarsi di una reazione allergica.

Come si può riconoscere e curare una malattia?

Quali sono le allergie in primavera.

Quali piante che sbocciano in estate possono causare una reazione negativa del corpo.

Allergia primaverile

La primavera è il momento più bello. In effetti, è in primavera che la natura si risveglia dal letargo e inizia a sbocciare, scintillando di molti colori. Questa circostanza affligge un fatto come le allergie. Le allergie primaverili sono chiamate febbre da fieno o febbre da fieno. Le manifestazioni allergiche sorgono come una reazione del sistema immunitario al polline delle piante da fiore. Una persona letteralmente non può essere per strada in questo meraviglioso periodo dell'anno..

Cause di allergia primaverile

Qualsiasi allergia è una reazione del sistema immunitario a stimoli esterni ed interni. Può anche essere chiamato una maggiore sensibilità del corpo. Quindi, l'istamina inizia a essere prodotta dai mastociti. Successivamente, compaiono tutti i sintomi della malattia. L'allergia primaverile si verifica per i seguenti motivi:

  • Malattia autoimmune;
  • Immunità ridotta;
  • Predisposizione genetica;
  • Diabete;
  • La presenza di altri tipi di allergie.

La pollinosi si verifica a seguito del contatto delle mucose umane con particelle di polline. Già a marzo inizia la fioritura degli alberi che causano la malattia: betulla, ontano, quercia, nocciola, cenere, acero. Le particelle devono essere piccole. Quindi, le conifere non possono provocare una reazione, a causa delle dimensioni abbastanza grandi di polline, che ne impedisce l'ingresso nel corpo.

La zona a rischio comprende quanto segue:

  • Residenti di grandi città. È questa popolazione che è esposta al corpo di grandi complessi industriali, che inquinano l'aria con emissioni e sostanze tossiche..
  • Una persona nella cui famiglia ci sono parenti di sangue che sono malati di vari tipi di allergie.
  • Osservando una dieta sbagliata, la microflora dello stomaco e dell'intestino è disturbata, il che porta sempre a una diminuzione dell'immunità.
  • Una persona che ha subito un intervento chirurgico importante.

Sintomi allergici primaverili

Le allergie primaverili di solito si manifestano immediatamente. Tutti i sintomi possono persistere a lungo, fino all'autunno, quando le erbacce iniziano a fiorire. A volte i segni di allergie in primavera sono confusi con le manifestazioni del raffreddore comune. Pertanto, l'autotrattamento inizia inizialmente in modo errato. Se la causa della malattia è l'ereditarietà, i sintomi inizieranno già nell'infanzia (5-7 anni). L'allergia colpisce il sistema respiratorio, il tratto gastrointestinale, la pelle.

Quindi, da parte del sistema respiratorio, si verificano quasi immediatamente rinite allergica e congiuntivite. Il paziente soffre di grave congestione nasale, che viene sostituita dalla secrezione espettorata abbondante. A causa dell'effetto irritante del polline sulla mucosa, il paziente soffre di forte prurito e bruciore al naso. Ci sono frequenti attacchi di starnuti, grave lacrimazione. Il polline, penetrando nel rinofaringe, colpisce in modo aggressivo la gola, dopo di che la persona soffre di attacchi di tosse, che può portare al soffocamento.

L'edema di Quincke è un grande pericolo. L'edema dell'apparato respiratorio, degli arti, degli organi interni si sviluppa molto rapidamente. L'apporto di ossigeno ai polmoni è bloccato, il che può portare all'asfissia. Per evitare ciò, è necessario iniziare un trattamento tempestivo e osservare misure preventive tutto l'anno. Da parte della pelle, compaiono i seguenti sintomi:

  • Orticaria;
  • Eczema;
  • Dermatite;
  • Prurito e bruciore della pelle.

Le manifestazioni indesiderabili, di regola, peggiorano di notte, portando all'insonnia. Tutto ciò provoca bassa capacità lavorativa, apatia, depressione. A volte il paziente lamenta nausea, movimenti intestinali irregolari, diarrea. Si verifica perdita di appetito, aumenta l'irritabilità. Le complicazioni dell'allergia primaverile comprendono disturbi del lavoro del cuore, diminuzione della pressione sanguigna, asma bronchiale..

Trattamento allergia primaverile

Il trattamento per qualsiasi allergia deve iniziare con la consegna di una diagnosi. Per questo, gli specialisti prescrivono determinati test. Pertanto, il paziente deve donare il sangue per uno studio che rivelerà la presenza o l'assenza di anticorpi. Il metodo diagnostico più efficace è il test cutaneo. Le soluzioni con sospetti allergeni vengono applicate sulla superficie di una piccola area della pelle e si osserva la reazione del corpo. Quindi, puoi identificare rapidamente esattamente la pianta che ha causato l'allergia in primavera..

L'immunoterapia è un metodo moderno di trattamento delle allergie. La sua essenza risiede nell'introduzione sistematica di una piccola quantità di soluzione con un allergene nel corpo del paziente. Quindi, il sistema immunitario si abitua gradualmente all'allergene, inizia a rispondere adeguatamente ad esso. Nel tempo, il sistema produce in modo indipendente anticorpi contro questa sostanza. La terapia è il trattamento più efficace in cui è esclusa la ricorrenza di allergie. Gli svantaggi includono la sua durata nel tempo (1-2 anni). E anche il fatto che tutte le iniezioni vengono eseguite solo nell'ospedale del policlinico, il che non è sempre conveniente.

Di norma, gli antistaminici sono prescritti da specialisti per il trattamento delle allergie primaverili. Ce ne sono tre generazioni. Quest'ultimo ha un numero minimo di controindicazioni e reazioni avverse. Gli allergologi selezionano il farmaco individualmente per ciascun paziente, in base alla situazione specifica. Tutti hanno lo scopo di fermare il rilascio di istamina, che allevia i sintomi di allergia. Tra tali farmaci contro le allergie di primavera, si può notare quanto segue:

Nome del farmacovantaggisvantaggi
suprastinDroga di prima generazione. Ha un effetto piuttosto lieve sul corpo, quindi è approvato per l'uso da parte dei bambini. L'effetto terapeutico si manifesta abbastanza rapidamente.Ha un forte effetto sedativo, l'inibizione delle reazioni. Il risultato positivo dell'assunzione del farmaco non dura a lungo, quindi è necessario un uso frequente del farmaco.
TelfastÈ prescritto per il trattamento delle allergie stagionali in primavera. Elimina una qualsiasi delle sue manifestazioni. Non ha alcun effetto sul lavoro di altri sistemi del corpo, del cuore. Non ha alcun effetto sedativo.In alcuni casi, provoca nausea, mal di testa.
ZyrtecL'antistaminico elimina efficacemente i sintomi allergici, prevenendo così lo sviluppo dell'edema di Quincke. Disponibile sotto forma di compresse e gocce orali (per neonati).A volte provoca l'insorgenza di emicranie.
EriusIl farmaco è disponibile sotto forma di compresse e sciroppo. Combatte attivamente ed efficacemente contro la rinite allergica e l'orticaria. Approvato per l'uso da parte di bambini fin dalla tenera età.I pazienti con questo farmaco hanno aumentato l'affaticamento..
ClaritinIl rimedio allergico è ad azione rapida. È prodotto in diverse forme (compresse, sciroppo), che lo rende disponibile per i bambini di tutte le età. Elimina eventuali manifestazioni allergiche con allergie stagionali e per tutto l'anno.Raramente provoca l'insorgenza di mal di testa, nausea, vertigini.
KestinLo strumento appartiene alla seconda generazione. L'effetto positivo si verifica entro un'ora dopo l'applicazione. Elimina tali manifestazioni di allergie in primavera: rinite, congiuntivite, orticaria, dermatite, edema di Quincke. Non ha effetti sedativi sul corpo.Alcuni pazienti lamentano dolore addominale e nausea dopo l'assunzione del farmaco. Insonnia e mal di testa si incontrano anche. Gli svantaggi includono anche il fatto che Kestin è controindicato nei bambini di età inferiore ai 15 anni..
GismanalFarmaco antiallergico di terza generazione. Allevia tutti i sintomi dell'allergia primaverile. Droga a lunga durata d'azione. L'effetto positivo dura 2 giorni. Affronta manifestazioni così gravi come l'edema di Quincke, shock anafilattico, asma bronchiale.Controindicato per l'uso durante la gravidanza, l'allattamento. Non raccomandato per bambini di età inferiore a 2 anni. Può causare sedazione, tachicardia, mal di testa.

L'allergia primaverile richiede l'eliminazione sintomatica della malattia. Per questo, vengono prescritti farmaci locali. Quindi, gocce nasali e spray sono necessari per alleviare la rinite allergica. Aiuteranno ad alleviare il gonfiore della mucosa, liberare la cavità dal catarro e facilitare la respirazione nasale. I più efficaci sono spray e gocce vasocostrittori. Questo tipo viene utilizzato nel decorso acuto della malattia. Elimina il gonfiore in pochi minuti. Ma, prenderli per un lungo periodo di tempo è proibito, in quanto creano dipendenza. Questi includono:

Le gocce nasali antistaminiche alleviano non solo il sintomo dell'allergia in primavera, ma agiscono anche sulla causa stessa. Pertanto, si sta stabilendo l'immunità locale. C'è un blocco del rilascio di mediatori nel sangue. Tali agenti nasali possono essere utilizzati sia a breve che a lungo termine. In quest'ultimo caso, il paziente deve soffrire di rinite allergica perenne. Allo stesso tempo, è indispensabile effettuare periodiche sostituzioni del farmaco in modo da non causare dipendenza alla mucosa. Tra i più efficaci ci sono i seguenti:

L'eliminazione di un tale sintomo di allergie primaverili come l'orticaria o la dermatite allergica richiede l'uso di creme e unguenti. Sono ormonali e non ormonali. Questi ultimi sono usati in rari casi quando altri mezzi non portano l'effetto desiderato. Hanno prestazioni elevate, ma il loro uso è limitato a una settimana, perché si verifica dipendenza. Inoltre, il componente principale può influenzare lo sfondo ormonale di una persona, interrompendo le funzioni di altri sistemi del corpo.

Gli unguenti non ormonali possono essere utilizzati per un lungo periodo di tempo. Questi rimedi topici per le manifestazioni cutanee di allergia primaverile hanno un effetto rinfrescante. Quindi, prurito e bruciore si riducono rapidamente, il che porta a una rapida guarigione di ferite e ulcere. Tali unguenti hanno effetti antinfiammatori, antipruriginosi e antibatterici. Gli esperti consigliano quanto segue:

Misure di prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di allergie primaverili, è necessario seguire alcune regole tutto l'anno. Mangiare una dieta semplice è importante. È noto che il polline di molte piante provoca reazioni crociate con il cibo. In primavera, fioriscono prevalentemente alberi, quindi è necessario escludere tali prodotti incrociati dalla dieta:

L'alimentazione deve essere corretta ed equilibrata per stabilire la microflora intestinale, da cui dipende il normale funzionamento del sistema immunitario. Un prerequisito è rinunciare alle cattive abitudini (alcol e fumo). Durante i periodi di fioritura attiva in primavera, devi essere estremamente attento. Cerca di non uscire durante il giorno con tempo calmo. È in questo momento che la concentrazione di polline raggiunge il suo valore massimo. Camminare dovrebbe essere fatto la sera o dopo la pioggia. Evita i parchi, le piazze con una grande piantagione di verde. Cerca di viaggiare meno fuori città e la natura in primavera..

Durante la ventilazione della stanza, coprire la finestra o la porta con uno straccio bagnato in modo che intrappoli le particelle di polline, impedendo loro di entrare nell'appartamento. La pulizia a umido a casa dovrebbe essere regolare. Molte persone consigliano di installare depuratori d'aria e umidificatori d'aria. Tappeti, oggetti interni, peluche, libri possono accumulare allergeni. Pertanto, è meglio liberarsene. Quando torni a casa dalla strada, assicurati di lavarti accuratamente, sciacquare il naso e gli occhi, cambiare in vestiti puliti per la casa.

Per risciacquare il naso, puoi preparare una soluzione salina speciale a casa. Ciò richiederà due cucchiai di sale marino, un bicchiere di acqua calda bollita. Dopo aver miscelato gli ingredienti, sciacquare la cavità nasale due volte al giorno. Ciò contribuirà a lavare rapidamente tutti gli allergeni, ripristinare la mucosa e l'immunità locale..

Allergia di primavera: come si manifesta e come trattarla?

Tutti sono felici dell'arrivo di giornate calde... tranne che per chi soffre di allergie. Perché una varietà di sintomi spiacevoli causati da cambiamenti stagionali in natura può causare molto dolore...

Il sito Web femminile sympaty.net ti parlerà dei sintomi e del trattamento dell'allergia primaverile.

Cosa può causare reazioni allergiche in primavera?

Esistono due tipi di problemi di salute stagionale (nelle persone inclini a loro):

  1. Pollinosi - cioè un'allergia al polline quando le piante iniziano a fiorire.
  2. Allergia al sole primaverile. A rigor di termini, questo disturbo non può essere definito un'allergia in senso letterale - poiché i sintomi (reazioni sulla pelle) non sono causati da una specifica sostanza allergenica, ma sono una reazione individuale della pelle ai raggi ultravioletti del sole. Il nome scientifico per l'allergia solare è la fotodermatosi.

Distinguere tra queste due malattie non è difficile..

La pollinosi di solito presenta sintomi di secrezione acquosa abbondante dal naso, lacrimazione e arrossamento degli occhi, il naso può essere rosso e pruriginoso, debolezza, sonnolenza, si può avvertire una leggera febbre - in generale, il quadro è simile allo stadio iniziale di una comune malattia respiratoria acuta. Tuttavia, a differenza di un raffreddore, i sintomi scompaiono entro poche ore dal contatto con l'allergene e non si sviluppano in una tosse con catarro o muco denso..

La fotodermatosi è una reazione puramente cutanea. Ci sono fotodermatosi acuta e cronica.

La fase acuta sembra arrossamento grave, macchie, a volte anche vesciche (simili a ustioni), desquamazione, ecc. E la fotodermatosi cronica è un'eruzione o macchie rossastre che iniziano nella stagione calda e diminuiscono nel freddo (quando una persona è protetta dal sole dagli abiti).

Questi due disturbi sono confusi perché la fotodermatosi di solito aggrava anche in primavera (quando le persone iniziano a indossare abiti aperti), a volte quasi contemporaneamente alla febbre da fieno.

Inoltre, la suscettibilità del corpo alla luce solare è talvolta provocata da una ridotta immunità - e questo, a sua volta, è una conseguenza del beriberi primaverile. Quindi risulta che due diversi problemi per la persona non iniziata possono sembrare simili...

Come viene trattata la fotodermatosi??

Il momento gioioso per la maggior parte delle persone - cambiando in abiti primaverili a maniche corte - diventa per i "soggetti allergici fotoallergici" nello stesso momento in cui iniziano le allergie al sole primaverile. Cosa fare se si ha familiarità con questo problema?

  • Assicurati di andare a un appuntamento con un dermatologo e ascolta i suoi consigli!
  • Per rimuovere manifestazioni esterne, applicare sulla pelle talker, creme o unguenti antinfiammatori prescritti dal medico.
  • Indossa abiti chiusi e opachi e meno esposizione al sole.
  • Analizza quali cosmetici migliorano la fotodermatosi: creme, olii essenziali, tonalità, ecc. Possono essere un fattore aggravante..
  • Chiedi al tuo dermatologo quali farmaci dovresti (o non dovresti) assumere se hai altri problemi di salute oltre alla fotodermatosi.

Far fronte alle reazioni allergiche al polline?

Il trattamento per l'allergia ai pollini primaverili dovrebbe iniziare minimizzando il contatto con la pianta allergenica. In alcune persone, l'allergia inizia con una particolare pianta, in altri, una serie di alberi in fiore, erbe e arbusti provoca reazioni allergiche.

Si ritiene che sia importante identificare la pianta allergenica (se questo non è ovvio nel tuo caso), ma... In pratica, molto probabilmente, non puoi ancora bypassare la decima via ogni pioppo "soffice", ogni tiglio fiorito o ogni aiuola con margherite - perché che il polline viene trasportato lontano e che il fatto di non seppellire il naso in fiori o "orecchini" non ti impedisce di inalarlo.

E stare seduti in casa per tutta la stagione della fioritura non è chiaramente il consiglio più vitale ("Bello e di successo" non ti consiglierebbe di rimanere a casa tutta la primavera?!). Ma il frequente lavaggio delle mani e del viso può migliorare leggermente la situazione..

Vale sicuramente la pena andare da un allergologo. Molto probabilmente, ti verrà consigliato di bere antistaminici (come claritina o suprastin) durante la stagione delle allergie - fino alla scomparsa dei sintomi.

Fonti non verificate ed "esperti domestici" spesso raccomandano che chi soffre di allergie segua diete specifiche o rifiuti un numero di alimenti, ma i medici affermano che questo è praticamente inutile, perché la suscettibilità agli allergeni è un tratto genetico innato. Certo, vale la pena rinunciare in primavera a quei prodotti che causano anche reazioni allergiche in te (per molte persone, questi sono miele, agrumi, cioccolato), ma se non sei mai stato allergico a loro, non ha senso limitarti.

Ma il rafforzamento generale del sistema immunitario aiuterà a far fronte meglio alla febbre da fieno e all '"allergia al sole" - pertanto, la primavera dovrebbe essere il momento dell'assunzione regolare di complessi vitaminici e, se possibile, una dieta variata.

5 migliori rimedi per le allergie primaverili

La primavera è un grande momento. Non vediamo l'ora che dopo i lunghi mesi invernali possiamo goderci il caldo sole, il canto degli uccelli e il profumo dei fiori. Tuttavia, per le persone che soffrono di allergie, questo periodo non è così roseo. Prurito agli occhi e lacrimazione, naso che cola e starnuti senza fine, respiro corto e tosse sono tutti sintomi di allergie stagionali..

Allergia stagionale (febbre da fieno)

È associato alle stagioni e dipende direttamente dal ciclo di vita delle piante. Il polline delle piante è un fattore diretto nelle allergie. Tuttavia, non dovresti incolpare i vari fiori nelle aiuole per questo, il loro polline non rivendica questo ruolo. Per la Russia centrale, l'eroina principale dello spettacolo di primavera è la betulla. È il suo polline che soddisfa tutti i requisiti: i chicchi di polline sono abbastanza piccoli, leggeri e volatili e sono trasportati dal vento su lunghe distanze.

Il picco della spolverata di betulla si verifica in aprile e maggio. Il clima secco, soleggiato e caldo contribuisce ad un aumento della concentrazione di polline nell'aria, mentre il clima umido e freddo, al contrario, lo diminuisce. Esiste uno speciale cosiddetto "monitoraggio del polline", con l'aiuto del quale tutti possono vedere il grado di concentrazione del polline nell'aria in una determinata regione e, di conseguenza, adattare il proprio comportamento.

Il punto di influenza del polline nel nostro corpo sono le mucose a contatto con l'ambiente. Prima di tutto, queste sono le mucose del naso, degli occhi e dei bronchi. I processi immunitari in corso in risposta all'ingresso di polline portano a prurito, gonfiore e secrezione acquosa - i principali sintomi della febbre da fieno.

Sfortunatamente, non solo il polline può causare sintomi allergici, ma anche alcuni alimenti. Ciò è dovuto al fatto che esiste una comunità antigenica tra loro. Gli allergeni dei granelli di polline e, ad esempio, della pesca sono molto simili e il nostro corpo li percepisce come la stessa sostanza irritante. Dopo aver mangiato una pesca durante il periodo di fioritura della betulla, una persona che soffre di febbre da fieno primaverile può notare un aumento del raffreddore comune, oltre a spiacevoli pruriti in bocca, gonfiore delle labbra o della lingua, mal di gola.

Come proteggersi dalle allergie

Ora, capendo chi è il nostro nemico, possiamo considerare tutti i metodi di protezione:

  • Riposa in una diversa zona climatica

Se possibile, prenditi una vacanza per il periodo di massima fioritura della betulla (ad esempio, durante le vacanze di maggio) e trascorri questo tempo in cui è già sbiadito o semplicemente non cresce. Il cosiddetto effetto "eliminazione" è sempre efficace al 100%. Nessuna sostanza irritante, nel nostro caso polline di betulla, nessun sintomo.

  • Limitazione massima del contatto con il polline

Cerca di non fare passeggiate o ventilare la stanza la mattina presto di sole, quando la concentrazione di polline nell'aria è massima al giorno. Quando esci, assicurati di indossare gli occhiali. Al ritorno a casa, togli immediatamente gli abiti da strada, sciacqua gli occhi e il naso con acqua bollita, lavati i capelli.

Queste attività mirano a limitare il contatto con il polline.

Tutto ciò che cresce sugli alberi, è proibito durante il periodo di fioritura della betulla: drupacee (ciliegie, ciliegie, pesche, albicocche, mele, ecc.), Nonché noci (nocciole, noci e altri).

Non è consigliabile utilizzare prodotti cosmetici (shampoo, creme) contenenti ingredienti di frutta.

Qualsiasi persona allergica si è imbattuta in loro almeno una volta nella vita. Durante il periodo di fioritura, sono i mezzi di scelta dopo misure restrittive. Devi capire cosa si applica a loro e come prenderli correttamente per ottenere il massimo effetto..

  • 1a generazione: la più antica delle medicine allergiche. Ben noto a tutti: Tavegil, Suprastin, Difenidramina. A causa della presenza di evidenti effetti collaterali: letargia, sonnolenza, diminuzione della concentrazione (dovresti astenersi dalla guida), non sono del tutto adatti per alleviare le manifestazioni della febbre da fieno.
  • 2a generazione: medicine più moderne. Gli effetti collaterali gravi includono un possibile effetto cardiotossico in soggetti predisposti. Questi sono i farmaci loratadina (Claritin, Lomilan, Clarotadine) e ebastina (Kestin). Non sono raccomandati per l'uso a lungo termine per le persone con malattie del sistema cardiovascolare..
  • 3a generazione: facile da usare (solo una volta al giorno), efficace e con effetti collaterali minimi - ideale per eliminare i sintomi dell'allergia primaverile.

Come scegliere quello più ottimale in termini di prezzo e qualità? Sfortunatamente, prova solo. Ogni organismo è individuale e devi selezionare un antistaminico per te stesso.

Darò esempi dei nomi di antistaminici di terza generazione:

  • Cetirizina (Cetrin, Zyrtec, Zodak) 10 mg
  • Desloratadina (Erius, Allergo) 5 mg
  • Fexofenadina (Telfast, Fexofast) 180 mg

La ricezione dovrebbe iniziare con i primi sintomi e continuare fino alla fine della stagione di fioritura. Il controllo può essere effettuato mediante "monitoraggio del polline". È importante alternare tra diversi antistaminici ogni due settimane per evitare la dipendenza.

  • Colliri e spray nasali

A differenza delle compresse, che agiscono su tutto il corpo nel suo insieme, è anche importante utilizzare forme di dosaggio locali: colliri e spray nasali. È necessario aiutare le mucose, che sono il principale bersaglio del polline.

È un grosso errore usare gocce nasali vasocostrittori (Tizin, Nazivin, Naphtizin, ecc.) Durante il periodo di fioritura. Dopotutto, la loro assunzione regolare a lungo termine (più di una settimana) può causare dipendenza e peggiorare solo la respirazione nasale. È necessario utilizzare spray nasali antiallergici che alleviano efficacemente la congestione nasale e il naso che cola. Il loro uso a lungo termine è sicuro: azelastina (Allergodil) - 1-2 dosi in ciascun passaggio nasale 2 volte al giorno.

Per alleviare i sintomi oculari, puoi usare le gocce: olopatadina (Opatanol) - 1 goccia in ciascun occhio 2 volte al giorno.

Tutte le misure descritte hanno lo scopo di eliminare o ridurre i sintomi, ma non di curare la causa dell'allergia stessa. Nell'arsenale di un medico allergologo esiste un metodo che, con un alto grado di efficacia (fino all'80%), può agire sulla causa di un'allergia, che risiede in un difetto nel funzionamento del nostro sistema immunitario. Il metodo si chiama: immunoterapia specifica per allergeni (ASIT). Questo trattamento viene effettuato esclusivamente al di fuori della stagione di fioritura e in stretta collaborazione con un allergologo..

La causa delle allergie primaverili e come affrontarla

Per alcune persone, la primavera, specialmente durante il periodo di calore e fioritura di varie piante, è il momento più preferito dell'anno. Ma per milioni di persone allergiche, la primavera e l'inizio dell'estate sono un periodo di estenuanti starnuti, naso che cola, tosse, lacrimazione e nebbia nella testa. Come affrontare i sintomi allergici senza essere pompato con antistaminici?

Di solito le persone con allergie cercano di rimanere a casa e sigillare tutte le finestre. Molti prendono antistaminici o addirittura vedono un medico e prendono iniezioni. In ogni caso, hanno poca gioia dalla primavera. Fortunatamente, ci sono diversi modi per trattare i sintomi allergici o almeno renderli meno dolorosi. Ma prima devi capire le vere cause delle allergie stagionali per sapere esattamente cosa affrontare..

Le vere cause delle allergie stagionali

La maggior parte delle persone incolpa il polline delle piante o le spore della muffa per le loro allergie, ma non è questo ciò che provoca sintomi irritanti..

I sintomi allergici derivano da un sistema immunitario iperattivo. Il tuo sistema immunitario produce anticorpi che ti proteggono da invasori indesiderati che possono portare a malattie.

In caso di allergia, il sistema immunitario produce anticorpi in risposta a polline, polvere o peli di animali domestici, anche se non sono dannosi per il corpo.

Cioè, in primo luogo, gli allergeni non sono da biasimare, ma la reazione del sistema immunitario. Cosa si può fare per impedire al sistema immunitario di protestare contro il polline delle piante??

Strategie di gestione delle allergie

Ecco cinque modi per evitare le allergie stagionali senza farmaci. Usali per tenere sotto controllo le tue allergie questa primavera e impedire che si verifichino in futuro..

1. Ridurre al minimo l'esposizione all'allergene

Meno è l'allergene, meno il sistema immunitario è preoccupato. Ecco alcuni modi per ridurre l'esposizione al polline:

  1. Nei giorni in cui c'è molto polline nell'aria, chiudi tutte le finestre per evitare che l'allergene penetri all'interno della casa. Tieni i finestrini chiusi durante la guida e prendi in considerazione l'acquisto di un purificatore d'aria.
  2. Cerca di stare all'aperto meno durante la diffusione del polline, specialmente dove c'è molta vegetazione. Gli alberi e gli arbusti tendono a rilasciare polline al mattino ed erbe al mattino e alla sera. Quindi è meglio stare lontano da giardini e parchi durante questo periodo. Se semplicemente non hai scelta, fai una doccia dopo una passeggiata, lava i vestiti e pulisci le scarpe: questo ti aiuterà a sbarazzarti del polline..
  3. Rimuovi tutti gli allergeni nella camera da letto in modo da non soffrire di sintomi debilitanti per almeno otto ore. Non lasciare animali nella camera da letto che possono portare polline sulla loro pelliccia, pulire accuratamente tutte le superfici e acquistare un depuratore d'aria (puoi trovare un depuratore economico per 3-5 mila rubli, solo per la camera da letto).
  4. In primavera, il polline viene rilasciato dagli alberi: betulla, ontano, nocciola, quercia, pioppo, frassino, acero. L'allergene più significativo è di solito la betulla. All'inizio dell'estate, fai attenzione alle erbe dei prati e alla fine dell'estate, da agosto a settembre, gli allergeni provengono da piante composte come assenzio, quinoa e canapa. Cerca di stare lontano dalle aree in cui crescono queste erbe e alberi.

2. Spray salino

Un modo insolito per trattare una reazione allergica è spruzzare l'interno del naso con uno spray nasale salino. Gli spray salini da banco possono aiutare ad alleviare la congestione nasale senza danneggiare il corpo.

Gli antistaminici seccano i passaggi nasali in modo che possano svilupparsi micro-fessure, che sono le condizioni ideali per l'infezione. Gli spray al sale puliscono i passaggi nasali dei batteri, mentre l'idratazione aiuta a scovare il polline delle piante.

L'unica cosa è che gli spray salini possono essere spiacevoli, bruciare un po 'il muco. In tal caso, prova a utilizzare le opzioni per bambini o uno spray senza conservanti..

3. Potenzia il tuo sistema immunitario

Poiché le allergie sono problemi del sistema immunitario, è necessario rafforzare il sistema immunitario con gli alimenti giusti per benefici a lungo termine..

  • Gli acidi grassi insaturi Omega-3 sono molto importanti nella prevenzione delle allergie. Questi agenti anti-infiammatori sono ora difficili da trovare nei prodotti naturali, quindi è possibile utilizzare integratori..
  • Puoi prendere olio di krill o integratori speciali con astaxantina, un carotenoide antiossidante.
  • La vitamina D è un'altra sostanza benefica che può aiutare ad alleviare i sintomi di allergia e persino l'asma..
  • I probiotici creano "batteri amici" che aiutano a ridurre le reazioni allergiche al polline.

Il team di ricerca sull'asma e sull'immunologia dell'American College of Allergy conferma i benefici dei probiotici per i sintomi allergici.

Numerosi studi hanno scoperto che i probiotici hanno un effetto positivo sulla microflora intestinale e stimolano il sistema immunitario, il che aiuta a combattere le allergie..

4. Gestire i sintomi senza farmaci

Se hai già usato un antistaminico, sai che allevia rapidamente i sintomi delle allergie. Tuttavia, non la guarisce, ma blocca semplicemente le manifestazioni..

Il Dr. William W. Berger, uno dei principali specialisti americani in allergia e asma, afferma che i farmaci in questo gruppo hanno spesso effetti collaterali indesiderati, come sonnolenza, mal di testa e mucosa nasale secca..

Inoltre, gli antistaminici causano nebbia alla testa, debolezza, incapacità di concentrarsi e rispondere normalmente agli eventi..

Detto questo, ci sono molti farmaci allergici naturali che non causano questi effetti collaterali. Il Center for Integral Medicine dell'Università del Maryland raccomanda i seguenti farmaci allergici naturali che si sono dimostrati efficaci nel controllo dei sintomi:

  • Nutrienti: quercetina, spirulina, vitamina C.
  • Erbe medicinali: farfaraccio, ortica, astragalo
  • Medicina cinese: Biminne, una miscela di 7 erbe tradizionali
  • Miele con o senza polline

I ricercatori dell'Istituto di allergia e dell'ambiente della Carelia meridionale e del Dipartimento per le allergie dell'ospedale centrale dell'Università di Helsinki hanno condotto un esperimento sull'effetto del miele sul decorso delle allergie e dei suoi sintomi.

I partecipanti all'esperimento, le persone con allergie ai pollini, dovevano prendere il miele con l'aggiunta di polline di betulla e miele normale, senza alcun additivo..

L'esperimento ha coinvolto quarantaquattro pazienti (26 donne, la cui età media era di 33 anni) con una diagnosi di allergia ai pollini. Da novembre a marzo, hanno preso ogni giorno il miele con aggiunta di polline o semplicemente miele extra senza additivi..

Diciassette pazienti (9 donne, età media 36 anni) sono stati lasciati come gruppo di controllo. Da aprile a maggio, i pazienti hanno registrato sintomi e farmaci allergici.

Lo studio ha scoperto che i pazienti che assumevano miele con polline hanno manifestato il 60% in meno di sintomi allergici, avuto il doppio dei giorni senza sintomi e il 70% in meno di giorni con sintomi gravi..

Inoltre, hanno preso gli antistaminici la metà delle volte. La differenza tra i partecipanti che hanno assunto il miele con e senza polline non era significativa, ma le persone che hanno scelto il miele con il polline avevano leggermente meno probabilità di assumere antistaminici..

Quindi, se vendi miele locale con tracce di polline uniche nella tua zona (miele di apiari situati nella tua zona), provalo come rimedio contro le allergie..

5. Evitare l'attività incrociata

Un altro modo per ridurre al minimo i sintomi di allergia è evitare l'attività incrociata tra proteine ​​vegetali da polline e frutta e verdura commestibili..

La teoria è che il tuo sistema immunitario riconosce e reagisce alle somiglianze tra i diversi allergeni..

Ad esempio, se sei allergico all'ambrosia, dovresti evitare le banane e se i sintomi compaiono dal polline dell'erba, è meglio escludere il sedano dalla dieta..

L'ospedale pediatrico di Filadelfia ha pubblicato una tabella di attività incrociate sul suo sito Web, ecco una traduzione:

Pertanto, l'approccio principale al trattamento delle allergie senza farmaci consiste in due punti: ridurre al minimo l'esposizione all'allergene e rafforzare il sistema immunitario..

Se durante questa stagione provi a realizzare cinque punti, allora ci saranno momenti molto meno spiacevoli con naso che cola, tosse e nebbia in testa. Buona fortuna questa primavera.