Dieta per dermatite atopica nei bambini: menu

  • Nutrizione

La dermatite è intesa come qualsiasi infiammazione che si verifica sulla pelle umana. Per loro natura, questi processi infiammatori possono essere causati da danni chimici, biologici o fisici. Queste malattie sono chiamate dermatosi allergiche. Questo articolo si concentrerà su uno dei tipi più comuni di dermatosi allergiche: la dermatite atopica, che si verifica nella parte della popolazione dei bambini, e la dieta che dovrebbe essere seguita per questo tipo di malattia della pelle.

Dermatite atopica - che cos'è?

Molto spesso, i genitori non sanno cosa sia la dermatite atopica e hanno molta paura di questo nome. In realtà, questa è una reazione allergica del corpo al cibo, o qualsiasi altra sostanza, manifestata da varie eruzioni cutanee in combinazione con altri sintomi.
Perché si chiama atopico? L'atopia è una caratteristica del corpo, geneticamente inerente ad esso, alla produzione di una maggiore quantità di immunoglobuline al contatto con sostanze che il sistema immunitario considera allergeni. La dermatite atopica si verifica più spesso nei neonati, ma molto spesso continua negli anni successivi della vita. Molto spesso, una tale reazione allergica si verifica in quei bambini i cui genitori hanno anche sofferto o soffrono di una reazione allergica simile.
Di solito, le manifestazioni di dermatite atopica si verificano nelle pieghe degli arti superiori o inferiori, nel collo, sul dorso delle mani. La dermatite può verificarsi anche nelle orecchie, nelle guance e nelle sopracciglia. Allo stesso tempo, la pelle inizia a bagnarsi, si formano le croste caratteristiche, quando il bambino diventa secco. Inoltre, un sintomo caratteristico di questo tipo di allergia è il forte prurito nell'area delle eruzioni cutanee, il bambino inizia a graffiare questi luoghi.

Le ragioni specifiche per la comparsa di questo tipo di dermatite non sono state ancora stabilite. Circa 1/10 di queste allergie sono causate dalla reazione del corpo a determinati alimenti, in particolare uova, dolci, fragole, agrumi e altri alimenti..

Raccomandazioni per i test sugli allergeni

In caso di manifestazioni allergiche, è necessario donare il sangue per l'analisi degli allergeni. In questo caso, i risultati dovrebbero mostrare se esiste una risposta immunitaria nel corpo a un particolare prodotto (sostanza) a livello cellulare. Allergologi e immunologi concordano sul fatto che per qualsiasi tipo di allergia, è necessario non solo curare le sue manifestazioni, ma anche eliminare il fattore provocante che provoca la reazione allergica. A tal fine, viene eseguita un'analisi, campioni di sangue per manifestazioni allergiche.
L'analisi è mostrata alle seguenti categorie di pazienti:

  • il bambino ha sintomi come mancanza di respiro, tosse persistente, attacchi di asma, a volte la respirazione è accompagnata da respiro sibilante periodico;
  • il bambino ha naso chiuso, rinite stagionale o per tutto l'anno, gonfiore e prurito agli occhi, alle palpebre, ai seni;
  • appare un'eruzione cutanea sul corpo, si verifica edema degli arti e del viso;
  • il bambino ha una storia di malattie come dermatite allergica, asma bronchiale;
  • c'è una risposta inadeguata del corpo alle punture di insetti, al contatto con prodotti chimici domestici, ai farmaci e all'uso di determinati prodotti alimentari.

Non è consigliabile condurre un esame di laboratorio se:

  • il bambino è malato di malattie infettive o virali;
  • una malattia allergica è in una fase acuta;
  • con eventuale esacerbazione di malattie croniche;
  • prendendo qualsiasi farmaco;
  • età da bambini fino a 3 anni (in questo caso, è necessaria una consultazione individuale con un medico, che deciderà se condurre un test di laboratorio sul sangue del bambino).

Principi generali della dieta della dermatite atopica

Quando i primi segni di diatesi (o reazione allergica) compaiono sulla pelle del bambino, i genitori dovrebbero immediatamente portare il bambino ad un appuntamento con un immunologo o allergologo specializzato. Ci possono essere diverse cause di dermatite allergica, sono state elencate sopra. La più comune di queste è la dermatite atopica di origine alimentare..
Poiché la causa principale di questa forma di diatesi è il cibo, quindi, insieme al trattamento farmacologico, la dieta ha un ruolo importante nel trattamento di tale dermatite. Il principio principale della dieta per la dermatite atopica è la necessità di rimuovere dal menu del bambino quel cibo che può causare la diatesi. Questi prodotti includono:

  • eventuali prodotti lattiero-caseari;
  • uova di galline, anatre, oche;
  • verdure fresche, bacche e frutti rossi (o arancioni);
  • maiale, agnello, pesce grasso;
  • qualsiasi prodotto affumicato, sottaceti, cibi e piatti fritti;
  • tutti i condimenti, spezie e salse;
  • tutto dolce, prodotti di cioccolato, miele d'api, qualsiasi tipo di frutta a guscio;
  • ove possibile, si raccomanda di consumare meno sale o aggiungere zucchero a qualsiasi pasto preparato per tali pazienti.

Quando si introducono vari piatti nella dieta (compresi quelli nuovi per il bambino), si dovrebbe monitorare se ci sono manifestazioni di dermatite allergica. A volte l'elenco sopra può crescere. Per ridurre gli effetti dell'amido di patate, di solito viene immerso in acqua fredda per 120-180 minuti prima della cottura..

Non dimenticare che durante il trattamento termico (ebollizione o cottura a vapore), l'allergenicità degli alimenti diminuisce, anche per quelle verdure che hanno un colore rosso.

Cosa può mangiare una madre durante l'allattamento?

Quando il bambino è allattato al seno, tutti i prodotti che la madre mangia, con il suo latte, entrano nel corpo del bambino. È con il latte materno che il bambino riceve una serie di immunoglobuline che lo aiutano a resistere alle infezioni. Tuttavia, una madre che allatta deve monitorare attentamente la sua dieta in modo che non includa alimenti che possono causare dermatite atopica nel bambino o riprendere le sue manifestazioni se la fase di remissione è già stata raggiunta..
L'insieme dei prodotti vietati è individuale in ogni caso. Tuttavia, una madre che allatta deve ricordare che l'uso di numerosi prodotti dovrebbe essere comunque immediatamente abbandonato. Questi includono cibi grassi e piccanti, quegli alimenti che contengono conservanti o coloranti, agrumi, cioccolato, miele. La dieta di una donna che allatta di solito include verdure, frutta e bacche bianche o verdi. È meglio cucinare cereali come grano saraceno o riso integrale per un contorno..
Il menu di una madre che allatta comprende carni magre, pesce bianco. Tutti i prodotti lattiero-caseari fermentati utilizzati da una madre non devono contenere conservanti. Anche i frutti di mare non meritano di essere mangiati.

Cosa fare e cosa non fare per la dermatite atopica

L'elenco degli alimenti che possono essere consumati con dermatite atopica comprende carne, pesce, prodotti a base di latte fermentato, cereali. Ma carni affumicate, cibi fritti, conservanti e coloranti dovrebbero essere scartati. Per comodità di percezione delle informazioni, abbiamo riassunto i prodotti consentiti e vietati.

Piatti raccomandati per la diatesi

Per i bambini che soffrono di dermatite atopica, devono essere preparati pasti speciali. Questo non solo fermerà la progressione della malattia, ma la previene anche in futuro. Per comodità, divideremo i piatti in categorie restituibili.

Per i bambini

Se un bambino viene allattato al seno e sta attivamente crescendo e sta ingrassando, non vengono introdotti alimenti complementari fino a 6 mesi. Soprattutto se a questi bambini viene diagnosticata una dermatite allergica. Dopo sei mesi per i bambini con diatesi, eventuali alimenti complementari vengono introdotti solo sotto la supervisione di un medico locale. Ci sono una serie di requisiti nutrizionali per tali bambini che devono essere osservati:

  • i nuovi prodotti vengono introdotti nella sua dieta solo quando non ci sono segni evidenti della malattia;
  • diversi nuovi prodotti non vengono introdotti contemporaneamente;
  • la madre dovrebbe tenere un diario speciale, che indica il tipo di nuovi alimenti complementari, la reazione del bambino ad esso. Se appare un'eruzione cutanea, il nuovo cibo complementare viene immediatamente rimosso dalla dieta;
  • il cibo con latte di soia è meno allergenico, quindi è meglio usarlo per nutrire i bambini con dermatite atopica.

Alimenti complementari per bambini di età inferiore a un anno con diatesi:

  • eventuali purè di patate e succhi di frutta provenienti da varietà verdi di frutta e verdura (zucchine, cavoli, mele, pere, ribes nero);
  • prodotti lattiero-caseari fermentati con una bassa percentuale di grassi (o senza grassi);
  • coniglio o manzo cotti più volte e passati attraverso un tritacarne;
  • composta di frutta secca o tè debolmente preparato.

Per bambini fino a 3 anni

Nella dieta dei bambini di questa fascia di età, è necessario introdurre cereali dai seguenti cereali: grano saraceno, farina d'avena, orzo perlato, miglio, mais. Pane: solo biscotti di segale, essiccanti o non nutrienti. Eventuali prodotti lattiero-caseari e formaggi delicati dovrebbero essere inclusi nel loro menu. I piatti a base di carne devono essere preparati con carni magre e pollame. Dalle verdure, puoi includere patate imbevute, qualsiasi varietà di cavolo, zucca e zucca, zucca, rape e fagiolini nella dieta. Frutti e bacche dovrebbero essere dati solo verdi o bianchi.

Per un bambino in età prescolare senior

Il menu per un bambino di età superiore a tre anni non è praticamente diverso dal menu per i bambini più piccoli. Restano restrizioni sull'uso di alimenti allergenici. Inoltre, è necessario assicurarsi che il cibo del bambino sia frazionario: non tre volte al giorno, ma cinque volte al giorno. Per colazione e cena, il bambino cucina vari cereali nel latte o nell'acqua, i cereali vengono immersi per 60 minuti in acqua. A pranzo, puoi cucinare zuppe di verdure o passate con carni magre e pollame. Come snack, puoi aggiungere alla dieta insalate di verdure verdi, latticini, frutta verde e bianca.

Per un bambino in età scolare

Il menu degli scolari dovrebbe includere quei prodotti per i quali non ha una reazione allergica cutanea, cucinare vari piatti a base di carni magre, pollame e pesce al vapore o bollire in brodo. Puoi provare a introdurre gradualmente nella dieta quegli alimenti a cui il bambino ha avuto una reazione allergica durante l'infanzia. Se non ci sono segni di atopia, tali prodotti possono essere introdotti nella dieta 2 - 3 volte a settimana..

Latte di capra per dermatite atopica in un bambino

Qualsiasi prodotto a base di latte di capra può causare una reazione allergica nei bambini di qualsiasi età che sono inclini alla dermatite atopica. Pertanto, è necessario prestare attenzione quando si danno anche prodotti a base di latte fermentato a base di latte di capra. Qualsiasi eruzione cutanea sulla pelle dei bambini dopo aver mangiato tale cibo può essere un segno di diatesi..

Il latte di capra e i prodotti a base di latte fermentato a base di esso sono meglio assorbiti dal sistema digestivo dei bambini di età inferiore ai 3 anni rispetto a prodotti simili derivati ​​dal latte di vacca. Pertanto, molto spesso i genitori introducono prodotti a base di latte di capra nella dieta dei loro bambini..

Invece di una conclusione

Se il bambino ha una dermatite atopica, questo non è un motivo per scoraggiarsi o arrabbiarsi. Una dieta adeguatamente selezionata non solo aiuterà a sbarazzarsi di manifestazioni di natura allergica, ma insegnerà anche al bambino in tenera età i principi di una corretta alimentazione. Forse, in futuro, ciò avrà un effetto positivo sulle abitudini alimentari e previene l'aumento di peso. In ogni caso, qualsiasi problema deve essere visto con un atteggiamento positivo. Ricorda che la dermatite atopica non è una malattia generalmente considerata, solo il tuo bambino è speciale e richiede un approccio speciale..

Dieta per dermatite atopica in bambini e adulti

La dermatite atopica è una malattia che richiede un trattamento meticoloso a lungo termine, la cui assenza comporta gravi conseguenze. La malattia ha cause diverse e la terapia per ogni paziente viene selezionata individualmente, in tutti i casi è indicata una dieta per la dermatite atopica. È su di lei che verrà discusso in questo articolo..

Può fare il suo debutto sia nell'infanzia, nell'infanzia, sia nell'adolescenza, nell'età adulta, incastrandosi significativamente nello stile di vita abituale di una persona e interrompendolo.

Le cause della malattia non sono state identificate in modo affidabile. Si ritiene che il ruolo sia svolto da:

  • fattore ereditario;
  • disturbi genetici;
  • la presenza di altre malattie allergiche.

La differenza tra dermatite atopica e dermatite allergica da contatto è che le sostanze irritanti che causano un'esacerbazione della malattia possono essere:

  • allergeni specifici (in questo caso si sviluppa la dermatite esogena),
  • qualsiasi altra sostanza non allergenica (e quindi la malattia è considerata endogena).

In pratica, vengono utilizzati due tipi principali di diete: eliminazione e rotazione.

Dieta per l'eliminazione della dermatite atopica

Questa è una dieta molto rigorosa, che è raccomandata, per la maggior parte, per gli adulti o per un bambino con esacerbazione grave. Il significato è il seguente:

Foto: dermatite atopica

  • completamente "chiaro", "zero" la dieta;
  • quindi, introducendo un prodotto alla volta in diversi giorni, identificare l'allergene-irritante;
  • minimizzare gli effetti allergenici sul corpo.

La dieta prevede diversi passaggi. Il menu per ogni giorno è il seguente:

  • 1-3 giorni: acqua e cracker (senza sale, zucchero, altri additivi);
  • 4-5 giorni: introduzione di un prodotto a base di carne (un tipo). Può essere bollito manzo, lingua, maiale magro;
  • 6-7 giorni: introduzione di un prodotto lattiero-caseario (preferibilmente latte fermentato);
  • 8-9 giorni: introduzione di verdure (bollite);
  • 10-11 giorni: introduzione di cereali.

Nel caso in cui il corpo reagisca bene alla dieta, non si verificano esacerbazioni della malattia, tentativi di introdurre: pollame magro (pollo, tacchino), frutta (banane, mele) - se non vi è allergia, febbre da fieno con reattività crociata, con buona tolleranza.

In meno del 10% dei bambini con dermatite atopica, provocano allergie alimentari o intolleranze. Pertanto, le diete per l'eliminazione hanno un effetto benefico sul decorso della malattia solo in un piccolo gruppo di bambini..

Dieta rotazionale per dermatite atopica

Ciò implica un principio leggermente più complesso per l'introduzione di nuovi prodotti. Questa non è una dieta così rigorosa, quindi può essere (e molto spesso è) assegnata a un bambino.

  1. Con questo tipo di dieta, è dimostrato che consuma 1 prodotto non più di una volta ogni 4 giorni.
  2. Inoltre, si consiglia di mangiare solo 1 tipo di ogni tipo di cibo in un giorno: ad esempio solo manzo, solo riso e solo kefir.

L '"inizio" ottimale della dieta è di 4 tipi di prodotti: carne, cereali, latticini e 1 verdura.

Quindi una dieta di esempio è simile a questa:

Giorno della settimanaColazionePranzoCena
LunediPorridge di riso sull'acqua, tèManzo bollito, riso, tèManzo bollito, riso, tè
martedìPorridge di miglio, tèMaiale magro, porridge di miglio, tèPolpette di maiale, porridge di miglio, kefir
mercoledìPorridge di grano saraceno, rosa caninaLingua bollita, porridge di grano saraceno, rosa caninaLingua bollita, tè
giovediFarina d'avena, tèAgnello bollito, purea di zucca, tèAgnello bollito, purea di zucchine, rosa canina
VenerdìCagliata, tèFiletto alla Stroganoff, riso, rosa caninaFiletto alla Stroganoff, riso, rosa canina
SabatoPorridge di miglio, tèMaiale al vapore, purea di zucca, tèPurea di zucchine, kefir
DomenicaFarina d'avena, rosa caninaLingua bollita, grano saraceno con zucchine, tèLingua bollita, porridge di grano saraceno, rosa canina

Con le allergie alimentari, alcune restrizioni vengono aggiunte a una dieta non specifica di qualsiasi tipo. Quindi, con l'intolleranza alle proteine ​​del latte di vacca, viene prescritta una dieta senza latticini, con sensibilizzazione al glutine - una dieta senza glutine.

La dieta è selezionata in tre fasi:

  1. Eliminazione rigorosa. Identificazione di allergeni causali;
  2. Eliminazione di tutti i fattori scatenanti dalla dieta;
  3. Espansione della dieta per il periodo di remissione.

Il tipo di cibo, il suo volume e la reazione del corpo dovrebbero essere registrati lì. Questo per facilitare il processo di identificazione dei cibi trigger. È particolarmente importante tenere un tale taccuino per i bambini del primo anno di vita durante l'introduzione di alimenti complementari..

Tabella delle allergie dei prodotti dell'Unione dei pediatri

È consuetudine assegnare in modo condizionale prodotti aggressivi in ​​termini di allergie, moderata allergenicità e ipoallergenico. La tabella di allergenicità alimentare può differire da fonte a fonte, ma non in modo significativo.

Tabella dei prodotti consentiti e vietati per le allergie dell'Unione dei pediatri della Russia (parte 1) Tabella dei prodotti consentiti e vietati per le allergie dell'Unione dei pediatri della Russia (parte 2)

Reattività crociata di alcuni prodotti

È molto importante ricordare le reazioni crociate. Questo problema diventa particolarmente rilevante durante il periodo di esacerbazione della pollinosi..

Tabella: alcuni allergeni cross-food

Dieta alimentare per età

La dermatite atopica si distingue per età:

  • neonati (0-2 anni);
  • bambini (2-12 anni);
  • adolescenti e adulti (> 12 anni).

Una dieta ipoallergenica per ciascuna di queste categorie di età è diversa, e quindi ha senso prenderle in considerazione separatamente.

Dieta per adulti e adolescenti

Il debutto della dermatite atopica dopo i 12-15 anni non è un caso "canonico". Più spesso, ci sono casi in cui la malattia si è manifestata durante l'infanzia o l'infanzia, quindi è seguito un lungo periodo di remissione e quindi, sotto l'influenza di determinati fattori, la malattia è tornata attiva.

In un modo o nell'altro, è necessaria una dieta per la dermatite atopica negli adulti. In assenza di ipersensibilità a un determinato prodotto o gruppo di prodotti, viene prescritta una dieta non specifica, ad esempio la Adoation, sviluppata inizialmente per i bambini, ma abbastanza applicabile negli adulti..

Nel caso di un decorso lieve della malattia, buona tolleranza e mancanza di polisensibilizzazione, è possibile creare un menu abbastanza vario per una settimana. In generale, la dieta si presenta così:

Giorno della settimanaColazionePranzoCena
LunediFarina d'avena in acqua con frutta secca, tèManzo bollito, riso, rosa caninaStufato di verdure, manzo bollito, tè
martedìCasseruola di ricotta, pera, cicoriaLingua, grano saraceno, cinorrodoTacchino, riso, tè
mercoledìToast con marmellata di mele, tèZuppa di purea di verdure, tèPolpette di carne, cavolfiore, rosa canina
giovediFarina d'avena con zucca, caffèPolpette di manzo, porridge di grano saraceno, tèInsalata di verdure, prugne secche, cicoria
VenerdìBiscotti, prugne secche, tèSpezzatino di verdure, salsiccia, caffèLingua, cavolo in umido, tè
SabatoCornflakes con kefir, tèPisello, agnello, rosa caninaConiglio brasato, riso, tè
DomenicaToast con formaggio, cicoriaZuppa di verdure, polpette di maiale, porridge di grano saraceno, tèBarbabietola, cavolo stufato, cicoria

La dieta per la dermatite atopica negli adolescenti è esattamente la stessa. La dieta dovrebbe essere regolata in base al sesso, all'età della persona, alla sua altezza e peso, al livello di stress fisico e mentale, alla presenza di ipersensibilità a qualsiasi alimento o alla loro intolleranza.

È necessario escludere dalla dieta senza fallo:

  • alcol;
  • cibo da fast food;
  • carni affumicate, marinate, sottaceti;
  • bevande energetiche, tonici, bevande gassate;
  • cibi fritti eccessivamente grassi.

Si consiglia di smettere di fumare, ridurre i livelli di stress, mantenere una routine di sonno e riposo e mantenere pulito l'appartamento.

Dieta per donne in gravidanza e in allattamento

La dermatite atopica nelle donne in gravidanza è un problema piuttosto grave. La malattia porta molto disagio, non tutti i farmaci possono essere usati durante la gravidanza, i sintomi sono aggravati dalla componente psicologica.

Un menu approssimativo per una donna incinta per la giornata può apparire così:

  • Colazione. Farina d'avena in acqua con bacche fresche, ad esempio mirtilli (eccetto fragole e fragole), miele (in assenza di pollinosi), tè;
  • Pranzo. Banana, un bicchiere di kefir;
  • Pranzo. Insalata di cavolo fresco con olio d'oliva, zuppa di verdure, manzo bollito, riso, tè;
  • Spuntino pomeridiano. Mela, yogurt naturale;
  • Cena. Fegato di manzo, verdure in umido, rosa canina;
  • Seconda cena. kefir.

Durante l'allattamento

La dieta della mamma per la dermatite atopica nei neonati è obbligatoria ed è approssimativamente simile a quella offerta per le donne in gravidanza.

La differenza è che è necessario tenere conto della presenza di allergie a questo o quel prodotto nel bambino e adattare la dieta in questo senso..

  1. Tutti gli alimenti altamente allergenici dovrebbero essere evitati, indipendentemente da come sono tollerati da donne e bambini..
  2. Ridurre al minimo l'assunzione di cibo con moderata allergenicità.

Una dieta per la dermatite atopica per una madre che allatta implica l'uso obbligatorio di complessi vitaminico-minerali, prodotti con attività probiotica (ad esempio il prodotto yogurt Bifilife).

Nel caso in cui la diagnosi di "dermatite atopica" venga fatta alla donna che sta allattando lei stessa, e al riguardo non può fornire un'alimentazione adeguata al bambino a causa dell'elevato numero di restrizioni dietetiche, si raccomanda di trasferire il bambino dall'HS all'alimentazione artificiale o mista.

Dieta per bambini

Nel caso in cui venga rilevata dermatite atopica in un neonato o in un bambino, il modo principale per correggere la malattia è limitare la dieta della madre. Nel caso in cui ciò sia impossibile o inefficace, si consiglia di passare all'alimentazione con latte artificiale..

La dieta per la dermatite atopica nei neonati implica due punti:

  • corretta selezione della formula per l'infanzia;
  • corretta introduzione di alimenti complementari.

Nella prima fase della terapia (quando viene selezionata una dieta per un'esacerbazione), è necessario utilizzare miscele terapeutiche specializzate:

  • Alfare;
  • Peptidi Nutrilaka MCT;
  • Nutrilon Pepti TCS;
  • Pregestimila;
  • Nutramigen;
  • Frisopep;
  • Frisopepa AS;
  • Soia Nutrilaka;
  • Soia Nutrilona;
  • Frisosoi;
  • Humans SL;
  • Enfamila Soya.

Nella seconda fase, quando si espande la dieta, è consentito utilizzare una miscela a base di proteine ​​parzialmente idrolizzate:

Recentemente sono state attivamente utilizzate formule di latte con l'aggiunta di pro e prebiotici:

  • Baby GA;
  • Nutrilon GA 1 e 2;
  • Nutrilona Comfort 1 e 2;
  • Humans GA 2;
  • NASA GA 2 (arricchito con bifidobatteri);
  • LGG Nutramigen (fortificato con lattobacilli).

Video utile dall'Unione dei pediatri della Russia

Le regole per l'introduzione di alimenti complementari per i bambini con dermatite atopica sono le seguenti:

  • introduzione solo durante la remissione;
  • l'inizio dell'introduzione - 5-6 mesi (è stato dimostrato che un'introduzione successiva non ha senso, poiché non garantisce l'assenza di allergie alimentari);
  • gli alimenti complementari dovrebbero essere monocomponenti;
  • i prodotti non devono contenere latte, glutine, zucchero, sale, brodo, conservanti, coloranti e aromi artificiali;
  • in presenza di diarrea, i cereali vengono introdotti per primi, fissazione delle feci - puree vegetali;
  • anche i prodotti ipoallergenici dovrebbero essere selezionati in base ai risultati degli esami della pelle e degli esami del sangue sotto la supervisione di un allergologo;
  • da sei mesi è necessario introdurre purea di carne - tacchino, agnello, maiale (manzo e vitello - solo se non vi è ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino);
  • si consiglia di introdurre i frutti solo entro la fine del primo anno di vita e di lavorarli solo termicamente;
  • è vietato introdurre uova di gallina e pesce.
Tabella: una serie di prodotti inclusi nel menu di una dieta non specifica per la dermatite atopica

Menu di esempio per dermatite atopica per bambini da 6 mesi a 1 anno

Nella tabella seguente puoi vedere un menu di esempio. Può essere usato come base. Se non allergico, prova ad aggiungere uova e cibi dall'ultima colonna della tabella degli alimenti (vedi sopra)

Tabella: opzione alimentare per bambini atopici da 6 mesi a 1 anno

Dieta per bambini da 1 a 3 anni

Il periodo di espansione è un momento molto importante. È necessario ridurre gli effetti antigenici e istaminoliberativi sul corpo, stabilizzare il tratto digestivo e raggiungere la remissione completa della malattia.

È in questo momento che iniziano le prelibatezze, "alimentando" gli ospiti del bambino con cioccolato, caramelle e altri dolci.

È assolutamente inaccettabile portare un bambino nei fast food, per dare da mangiare "da un adulto" al tavolo.

La base di una dieta ipoallergenica a questa età è la tabella dietetica n. 5 secondo Pevzner, prescritta per la patologia del sistema epatobiliare.

  • Il cibo è offerto meccanicamente e termicamente delicato.
  • È inaccettabile usare condimenti (ad eccezione di una piccola quantità di sale), una grande quantità di olio.

Tuttavia, tutti i piatti devono avere buone proprietà organolettiche in modo che il bambino non li rifiuti e non cerchi di cercare un sostituto in biscotti, dolci e altre prelibatezze simili..

Nel caso in cui la polisensibilizzazione non consenta la formazione di una dieta a pieno titolo, a volte viene prescritto un alimento terapeutico speciale, che include l'uso di miscele a base di proteine ​​idrolizzate o aminoacidi sotto forma di cereali o in forma bevente. Le diete rotazionali sono accettabili sulla base di alimenti convenzionalmente tollerati.

La dieta approssimativa di un bambino può essere la seguente:

  • Colazione. Casseruola di ricotta con marmellata di mele, tè;
  • Pranzo. Pera, yogurt naturale;
  • Pranzo. Insalata di barbabietole, zuppa con brodo di manzo secondario, fegato in umido, purè di patate, composta di frutta secca;
  • Spuntino pomeridiano. Kefir, biscotti crudi;
  • Cena. Polpette, riso, mela, tè;
  • Seconda cena. Ryazhenka, pan di zenzero.

Un'altra opzione alimentare:

Tabella: dieta per un bambino con dermatite atopica

Prescrizioni per dermatite atopica

Non è facile trovare una ricetta che non includa cibi allergenici.

  1. Le ricette per le persone con dermatite atopica non dovrebbero includere alimenti altamente allergenici come "punti base".
  2. Si raccomanda di ridurre al minimo l'uso di alimenti con moderata allergenicità.
  3. Va notato che molti allergeni sono termolabili e perdono la loro "aggressività" durante il trattamento termico. Questo è particolarmente vero per le verdure.
  4. Le verdure e la frutta crude vengono sbucciate.
  5. I cereali vengono immersi e lavati più volte prima della cottura..

Cosa puoi cucinare per una persona con dermatite atopica?

Caratteristiche di cottura del porridge

L'opzione migliore per la colazione è il porridge.

  • Deve essere cotto in acqua (o in brodo di carne), senza usare una grande quantità di sale e zucchero.
  • Puoi aggiungere burro al porridge (se non sei allergico al latte).
  • Puoi aggiungere frutta secca o frutta fresca portatile, miele al porridge (in assenza di pollinosi).
  • Le noci come additivo non funzioneranno.

Per formare un pasto completo, devi preparare una zuppa. Per chi soffre di allergie, sono preferite le zuppe di verdure o nel brodo secondario..

Foto: brodo secondario

Preparazione del brodo di carne:

  1. La carne viene messa a bagno in acqua fredda per 1 ora.
  2. Bollito in acqua bollente per 30 minuti. Il brodo viene drenato 1-2 volte.
  3. Viene versata acqua fredda, la carne viene cotta al suo interno e nella futura zuppa.

Ricetta zuppa di coniglio e verdure

  • carne di coniglio (80 g);
  • broccoli (70 g);
  • zucchine (60 g);
  • porridge di riso per bambini.

Bollire la carne di coniglio in abbastanza acqua fino a quando diventa tenera, aggiungere broccoli e zucchine sbucciate, cuocere per altri 15 minuti. Macinare i componenti risultanti in un frullatore, sciogliere il porridge di riso nel brodo rimanente. Mescolare la purea risultante, aggiungere un po 'di sale.

Zuppa di latte mista

Adatto a bambini piccoli:

  • patate (40 g);
  • cavolfiore (50 g);
  • zucca (50 g);
  • zucca (50 g).

Lessare patate e cavolo e cuocere a fuoco lento zucca e zucca. Mescolare le verdure con un frullatore fino a che liscio. Preparare una formula ipoallergenica. Mescolare entrambi i componenti, aggiungere il brodo vegetale, salare un po '. Portare a ebollizione, fresco.

Piatti di carne

Puoi cucinare il tacchino per cena. Necessario:

  • carne di tacchino (400 g);
  • zucchine (150 g);
  • farina di riso (2 cucchiai).

Macinare il tacchino e le zucchine in un tritacarne, aggiungere la farina, salare un po ', mescolare. Sbattere la carne tritata risultante, formare delle cotolette.

Puoi cucinare in una doppia caldaia (circa 50 minuti) o in una casseruola - ungere il fondo con olio d'oliva, versare 1 cucchiaio. acqua, cuocere a fuoco lento (circa 40 minuti).

Cotolette Di Manzo

  • Manzo,
  • pane bianco (se consentito),
  • sale qb.

Per cucinare le cotolette di manzo, è necessario lavare la carne molto accuratamente, pulirla da grasso, tendini e cartilagine. Macinare in un tritacarne, aggiungere sale.

Se non sei allergico al grano e al glutine, puoi aggiungere alla carne macinata imbevuta di acqua e pane bianco spremuto (solo dopo aver consultato un medico!). Formare le cotolette, cuocere in una doppia caldaia o forno per almeno un'ora.

Pertanto, la dermatite atopica è una malattia grave che richiede un'attenta attenzione non solo al trattamento, ma anche alle misure preventive. La dieta per la dermatite atopica è la fase più importante della terapia.

Le restrizioni prescritte devono essere osservate rigorosamente, poiché altrimenti (anche in assenza di allergie alimentari) si sviluppano complicazioni piuttosto gravi, portando disagio tangibile. È molto importante integrare la terapia dietetica con l'uso di complessi vitaminico-minerali, pro e prebiotici e, se necessario, con l'alimentazione medica.

Cosa puoi mangiare con dermatite allergica

La dermatite allergica (neurodermite diffusa) è una malattia caratterizzata da infiammazione della pelle, il cui sintomo principale è il peeling e un forte prurito. I fattori scatenanti della dermatite comprendono peli di animali, polline, fragranze, farmaci e cibo. Spesso, la malattia si verifica a causa dell'uso di alimenti che possono provocare una reazione allergica.

Ecco perché i nutrizionisti raccomandano di aderire a una dieta per la dermatite allergica che consente di eliminare il decorso acuto della malattia.

La neurodermite diffusa è una malattia cronica non infettiva manifestata dall'infiammazione sulla pelle in risposta all'azione di alcuni mediatori (fattori irritanti). Il processo infiammatorio è causato dalla penetrazione di allergeni nelle mucose degli organi ENT e del tratto digestivo. Provocano una forte reazione tossica-allergica nel corpo, che porta ai seguenti sintomi:

  • forte prurito della pelle;
  • gonfiore dei tessuti interessati;
  • disidratazione;
  • distacco dello strato corneo dell'epidermide;
  • eruzioni cutanee;
  • iperemia;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • brividi;
  • vomito.

Se compaiono segni di tossicoderma, dovresti cercare l'aiuto di un allergologo. Con lo sviluppo della malattia, le eruzioni cutanee possono apparire non solo sulla pelle, ma sulle mucose. Il loro gonfiore può portare allo sviluppo di complicanze e ad un deterioramento del benessere.

Il grado e la forma della manifestazione della dermatite allergica sono determinati da diversi fattori. In particolare, la gravità del decorso della malattia dipende dalla durata dell'effetto dell'allergene sul corpo, dalla reattività del sistema immunitario e dall'età del paziente. La dermatite allergica tossica (toxicoderma) si verifica a causa della penetrazione di allergeni nel corpo attraverso il tratto gastrointestinale. Questo tipo di malattia è una delle dermatiti più gravi a causa del suo corso complesso.

Nutrizione per la tossicoderma

Per alleviare i principali sintomi della dermatite alimentare dalla dieta, è necessario escludere alimenti che possono provocare una reazione allergica. I sistemi di alimentazione speciali includono componenti così importanti:

  • dieta di eliminazione - un regime dietetico rigoroso che esclude l'uso di alimenti correlati ad allergeni causalmente significativi che possono provocare una esacerbazione della malattia;
  • alimenti ipoallergenici - alimenti che non causano una reazione allergica;
  • componenti desensibilizzanti - componenti antiallergici che inibiscono l'attività dei recettori allergici (Omeza-3, fibra alimentare);
  • alimenti contenenti probiotici e simbiotici - prodotti lattiero-caseari fermentati che contengono lattobacilli che hanno un effetto benefico sulla microflora intestinale;
  • dieta a rotazione - uno speciale regime dietetico che prevede la graduale introduzione nella dieta di alimenti che in precedenza avevano provocato allergie.

Mentre si osserva una dieta a rotazione con dermatite atopica, un prodotto condizionatamente allergico deve essere consumato a intervalli regolari. In caso di inosservanza degli intervalli di tempo e consumo frequente di prodotti allergenici, la malattia può peggiorare nuovamente.

Dieta per adulti

Quale dovrebbe essere il menu dietetico per la dermatite allergica negli adulti?

Il punto principale della dieta di eliminazione è la differenziazione degli alimenti in base al loro grado di allergenicità..

La tabella descrive le categorie di alimenti che hanno più o meno probabilità di provocare una esacerbazione della malattia:

Prodotti altamente allergeniciPesce rosso, pomodori, cereali, frutti di mare, cioccolato, uova di gallina, miele, funghi, ciliegie, agrumi
Prodotti allergenici mediMelanzane, carote, peperoni, cetrioli, carni grasse, pesche, carote, riso, pere
Prodotti a bassa allergiaMele verdi, broccoli, cavolo cinese e cavolfiore, tacchino, zucchine, carne di coniglio,


I prodotti altamente allergenici non devono essere consumati durante la dieta di eliminazione. Ciò è particolarmente vero per bevande alcoliche, caffè, dolciumi, bevande e succhi di frutta confezionati, carni affumicate.

L'elenco dei prodotti correlati all'allergia alta, media e bassa è in gran parte determinato dalle caratteristiche individuali del paziente. Per questo motivo, il menu finale può essere redatto solo da uno specialista. Un menu di dieta di eliminazione di esempio nella tabella potrebbe essere simile al seguente:

Prima colazione150 g di porridge di grano saraceno
1 bicchiere di tisana
100 g di ricotta
Pranzo200 g di mele verdi cotte con massa di cagliata
PranzoZuppa di verdure da 200 ml
100 g di tacchino in umido
Spuntino pomeridiano3 cheesecakes
1 bicchiere di tè
Cena1 bicchiere di yogurt (senza riempitivi) o 200 ml di kefir

Dieta per bambini

Con la diatesi in un bambino, gli allergologi raccomandano di pensare in anticipo a un possibile sistema nutrizionale in caso di sviluppo di neurodermite diffusa. Il menu dietetico per la dermatite allergica nei bambini include quegli alimenti che hanno un effetto benefico sulla microflora nell'intestino. Dopo l'introduzione di alimenti complementari nel menu, gli esperti consigliano di monitorare le condizioni del bambino e la sua reazione a determinati alimenti.

Per ridurre al minimo la probabilità di sviluppare tossicoderma nei bambini, è necessario prendere in considerazione i seguenti punti:

  1. è indesiderabile introdurre frutta, verdura e anche latte di mucca nella dieta di bambini di età inferiore a 1 anno;
  2. ai bambini di età inferiore a 3 anni non è raccomandato somministrare agrumi, cereali, fragole e cioccolato;
  3. i bambini di 3-4 anni con cautela iniziano a somministrare cacao, noci, frutti di mare, caffè, funghi, ecc..

Fondamentalmente, la dieta di un bambino non è diversa dalla dieta di un adulto. Un menu per un bambino soggetto ad allergie alimentari potrebbe apparire così:

Prima colazione100 g di porridge di riso
1 bicchiere di composta
2 cracker
Pranzo100 g di budino di frutta secca
PranzoZuppa di 200 ml con polpette di carne
100 g di purea con cotoletta di tacchino
Spuntino pomeridiano150 g di insalata di carote e mele
1 bicchiere di succo fresco
Cena1 bicchiere di gelatina


La dermatite allergica è una malattia cronica che presenta periodi di remissione e recidiva. Per alleviare il decorso della malattia, gli allergologi raccomandano di aderire a diete speciali che includono alimenti ipoallergenici.

Dieta per dermatite allergica

La dieta per la dermatite allergica è un'area chiave del trattamento per questa malattia. Una corretta alimentazione è importante per qualsiasi patologia e in particolare per le allergie.

Il cibo fresco di alta qualità aiuta ad eliminare tossine, tossine e prodotti metabolici intracellulari dal corpo, provocando un peggioramento del decorso di una reazione allergica.

Le restrizioni razionali nel comportamento alimentare sono l'unica condizione per una cura completa per le allergie o per ridurre le sue manifestazioni negative..

L'articolo prenderà in considerazione le regole di base del mangiare per questa malattia, il cibo permesso e proibito.

Dieta ipoallergenica per dermatite atopica

Una dieta ipoallergenica include i seguenti principi nutrizionali.

  1. Eliminazione di prodotti - potenziali allergeni;
  2. Eliminazione della probabilità di allergia crociata (descritta di seguito);
  3. Correzione del menu secondo il principio di una corretta alimentazione (assenza di cibi fritti, in scatola, affumicati e prodotti contenenti conservanti e esaltatori di sapidità).

Una dieta per la dermatite allergica nei bambini e negli adulti esclude completamente tutti gli alimenti che possono peggiorare il corso di una reazione allergica o provocarne l'insorgenza (elenco di seguito).

Questo include l'acqua utilizzata. È severamente vietato bere acqua di rubinetto, anche bollita. Contiene sempre tracce di detergenti chimici che possono influire negativamente sulla salute delle persone allergiche.

È meglio usare l'acqua in contenitori sigillati venduti in un negozio o raccoglierla da fonti naturali pulite (se è possibile viaggiare periodicamente in tali luoghi).

Per quanto riguarda l'allergia crociata, vale la pena notare quanto segue: è pericoloso per le persone con reazioni allergiche agli antibiotici mangiare prodotti a base di carne dalle catene di supermercati perché di solito sono trattati con soluzioni di agenti antimicrobici.

Le loro tracce possono influenzare negativamente il funzionamento del sistema immunitario e provocare un attacco, e sarà estremamente difficile per il paziente scoprire quale sia stata una tale reazione..

Un'altra proprietà dell'allergia crociata sarà la somiglianza delle molecole di allergene con qualsiasi altra molecola scambiata dall'organismo per l'allergene stesso..

Una dieta ipoallergenica del gruppo 2 sarà caratterizzata da un alto contenuto di alimenti nella dieta che disintossicano il corpo (ingredienti diuretici e lassativi). La sua azione è volta ad accelerare l'eliminazione delle tossine e il rinnovamento del corpo..

indicazioni

La dieta per la dermatite allergica è indicata per tutti i pazienti con questo problema, anche se si è manifestata una volta. Prima il paziente inizia a regolare la sua dieta, più velocemente può interrompere il processo e normalizzare il lavoro disordinato del sistema immunitario..

Con aderenza a lungo termine e di alta qualità alla dieta per qualche tempo, è possibile evitare una ricorrenza di allergie senza la necessità di un successivo rifiuto del prodotto che l'ha causata.

La dieta per la dermatite allergica negli adulti e nei bambini non è particolarmente diversa, le indicazioni per la sua nomina sono le stesse, ma nei bambini dovrebbero essere inclusi nella dieta più nutrienti e oligoelementi, poiché attraversano una fase di crescita attiva e il corpo non può essere limitato.

Dovresti seguire una dieta per diversi mesi o anni (per motivi di salute), possibilmente per tutta la vita, se la reazione allergica è di tipo atopico, cioè è determinata geneticamente ed è "incorporata" nel corpo del paziente dalla nascita.

Prodotti consentiti

Un esempio di nutrizione per la dermatite negli adulti - menu per 3 giorni.

Mangiare1 giorno2o giorno3 ° giorno
ColazionePorridge di riso in acqua con frutta secca, tè.Farina d'avena bollita con frutta secca o mele, composta.Porridge di mais bollito, tè.
PranzoBanana.Yogurt alla frutta.Mela cotta.
PranzoZuppa di purea di verdure e grano saraceno bollita, pane.Borsch, pane.Arrosto di carne magra e verdure.
Spuntino pomeridianoYogurt.Un bicchiere di kefir.Yogurt.
CenaCasseruola di ricotta con frutta, composta.Insalata di verdure con burro, pane.Pesce al vapore e porridge di riso.

Sono ammessi solo alimenti freschi, sono esclusi gli imballaggi sottovuoto e le forme in scatola di servizio.

Tabella dei prodotti approvati

Esiste una tabella universale di allergenicità alimentare, in cui tutti gli ingredienti alimentari sono suddivisi in base all'attività allergica del cibo..

Ecco un esempio di ingredienti a basso potenziale per provocare una reazione allergica, disponibili per il consumo..

Per la dermatite nei bambini, la tabella è simile.

  • carne magra: agnello, coniglio, manzo;
  • verdure: zucchine, patate, zucca, cetriolo, fette biscottate;
  • tutta la frutta e verdura verde;
  • latte fermentato: kefir, yogurt, latte fermentato da forno, yogurt;
  • cereali;
  • pane, prodotti farinacei.

Prodotti totalmente o parzialmente limitati

La dieta di una persona soggetta ad allergie dovrebbe escludere due categorie di ingredienti alimentari: completamente vietati per il consumo e parzialmente vietati. Il grado di danno è determinato dalla loro capacità di provocare reazioni allergiche.

Considera i principali gruppi di ingredienti alimentari proibiti.

Tabella dei prodotti vietati

La dieta di una persona allergica dovrebbe escludere completamente:

  • agrumi;
  • ciliegie e fragole;
  • dolce e soprattutto cioccolato;
  • prodotti contenenti miele e miele in forma pura;
  • latte intero;
  • salse di pasta: maionese;
  • spezie, esaltatori di sapidità;
  • frutta, verdura e bacche rosse;
  • cibi in scatola;
  • frutti di mare;
  • funghi di qualsiasi varietà;
  • carne e pesce grassi;
  • alcool di qualsiasi tipo.

Parzialmente dovrebbe essere escluso:

  • carne di tacchino;
  • carne di maiale;
  • porrige di riso;
  • Mais;
  • peperone;
  • albicocche.

Per bambini

Nei bambini con allergie, la dieta differirà nei seguenti punti:

  • le uova sono escluse;
  • tutti i tipi di pesce;
  • indirettamente contenuto latte intero;
  • funghi.

In caso contrario, l'elenco dei prodotti è pienamente conforme alle restrizioni "per adulti".

Conclusione

Qualsiasi trattamento per le allergie è la terapia sintomatica, l'unico modo per correggere la condizione è rispettare le restrizioni alimentari. Non trascurare queste raccomandazioni dal medico.

Dieta per dermatite allergica

Una corretta alimentazione per le madri che allattano

Il latte materno è l'alimento ideale per il tuo bambino durante i primi mesi di vita. E lo sviluppo di allergie alimentari nelle briciole prima dell'introduzione di alimenti complementari è dovuto proprio a ciò che la madre usa.

Le mamme più in attesa sono ben consapevoli che nei primi mesi dopo il parto, la loro dieta dovrebbe essere presa tenendo conto dell'assenza di un effetto negativo sul neonato, quindi dovrebbe essere il più ipoallergenico e, se le briciole sono allergiche a un irritante sconosciuto, tale nutrizione dovrebbe essere osservata durante l'allattamento al seno per almeno un mese.

Non è facile per una madre che allatta scegliere una dieta ipoallergenica, perché deve essere tale da fornire sia alle donne sia alle briciole le vitamine e i minerali più necessari per il loro corpo.

Alimenti limitati:

  • Alcuni cereali - grano, segale;
  • mele, ribes rosso, verdure esotiche;
  • Mais, grano saraceno;
  • latte di mucca;
  • Agnello grasso, maiale, carne di cavallo, tacchino, coniglio;
  • Frutta verdura - albicocche, ribes nero e rosso, banane, pesche, mirtilli rossi, anguria, mirtilli rossi;
  • Patate, legumi, peperoni verdi;
  • Decotti di erbe;
  • prugne secche e tè aromatizzati.

I tipi di prodotti elencati durante il trattamento delle allergie sono inclusi nel menu di una dieta ipoallergenica solo in quantità limitata e devono registrare tutti i cambiamenti nella salute.

  • Carni magre - manzo, pollo, maiale;
  • Lingua, reni, fegato;
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati - kefir, latte cotto fermentato, ricotta, panna acida a basso contenuto di grassi. Lo yogurt deve essere privo di additivi e con una durata minima;
  • Il pesce può essere branzino e merluzzo;
  • Semole - avena, semola, orzo perlato, riso;
  • Pane: grano saraceno, riso, mais;
  • Verdure - cavolfiore, cavoletti di Bruxelles e cavoli, zucchine, rape. Rutabaga, cetrioli. Verdure - prezzemolo, spinaci, aneto, insalata verde;
  • Oli vegetali - girasole, oliva;
  • Burro;
  • Mele verdi, pere, ciliegie bianche, uva spina, ribes bianco. Frutta secca di pere, prugne e mele;
  • Bevande: tè normale o verde debole, brodo di rosa canina, composte, acqua normale e acqua minerale senza gas.

Nella maggior parte dei casi, a una madre che allatta può essere raccomandata una dieta che include la seguente serie di pasti ipoallergenici:

  • Zuppe di carne e verdure magre, cotte con l'aggiunta di cereali e pasta;
  • Manzo e pollo bolliti di carne;
  • Olio vegetale;
  • Latte fermentato - ricotta, yogurt naturale, kefir;
  • Verdure - cavoli, patate, piselli, cetrioli;
  • Pane bianco secco o lavash;
  • Brodo di cinorrodo, composta, tè;
  • Porridge - riso, grano saraceno, mais, avena.

Naturalmente, una dieta ipoallergenica non sarà permanente. Se il bambino non ha segni di allergie, allora possono essere introdotti altri prodotti, ma questo dovrebbe essere fatto gradualmente.

Menu di esempio per una madre che allatta

  • COLAZIONE. Porridge di farina d'avena con burro e pezzi di frutta, tè senza zucchero, una fetta di pane.
  • PRANZO. Zuppa di verdure, manzo bollito, pane, gelatina di mele.
  • CENA. Porridge di riso con cotoletta al vapore. Kefir, mela.
  • COLAZIONE. Panino al burro e formaggio, brodo di tè o rosa canina.
  • PRANZO. Zuppa di verdure, carne rossa bollita, composta.
  • CENA. Purè di patate con gulasch, banana, yogurt.
  • COLAZIONE. Pasta con una fetta di burro, pera.
  • PRANZO. Zuppa di carne, pane, tè.
  • CENA. Spezzatino di verdure, tè, mela.

Naturalmente, una madre che allatta deve fare uno spuntino tra i pasti principali. In questo momento è meglio bere yogurt o kefir con pane o pagnotta..

Prevenzione della dermatite allergica nei bambini

È molto difficile prevenire la malattia, soprattutto se esiste una predisposizione correlata ad essa. Ma puoi ridurre significativamente il rischio che si verifichi, oltre a facilitare significativamente il flusso.

La prevenzione della dermatite allergica comprende:

  • mantenere un clima interno ottimale;
  • frequenti pulizie a umido;
  • eliminazione di tutti i possibili allergeni, inclusi peluche, materiali sintetici, coloranti;
  • accurata selezione di prodotti per l'igiene;
  • acquisto di abiti con cuciture esterne per bambini piccoli;
  • cambio tempestivo di pannolini;
  • mancanza di oggetti domestici non necessari nella stanza del bambino.

Dieta per adulti

Quando si compila un menu dietetico per la dermatite per adulti, è necessario concentrarsi sul consumo di prodotti utili e sani che non possono avere un effetto negativo sul corpo.

Piatti consigliati per una dieta terapeutica per la dermatite allergica:

  1. Per colazione: porridge di grano saraceno in acqua, con una fettina di burro, farina d'avena, puoi preparare un'insalata di cagliata con pere o uva spina, cuocere le mele, usare una porzione di zucchero senza frutta.
  2. A pranzo sono adatte la zuppa di verdure, la crema di patate e verdure, la zuppa di polpette, zucchine e zucca. Per il secondo piatto, cuocere riso bollito con carne di manzo, purè di patate con coniglio bollito, zucchine con carne o erbe, versare panna acida fatta in casa a basso contenuto di grassi.
  3. La cena dovrebbe essere leggera, può consistere in casseruola di ricotta, cavolo in umido, stufato di verdure, latticini, pesce al forno.

È necessario tenere conto di alcune sfumature: se il paziente è allergico agli antibiotici, è necessario rifiutare di utilizzare la carne di deposito, che ha componenti simili, lo stesso vale per le muffe - kvas, kefir.

La dieta di ogni paziente deve essere individuale, assicurarsi di consultare un nutrizionista sulla preparazione di una tabella di trattamento.

Quanto tempo attenersi alla dieta?

È necessario aderire a una dieta ipoallergenica fino a quando i sintomi della malattia scompaiono e si verifica un pieno recupero. Solo il medico curante può diagnosticare una tale condizione; senza le sue raccomandazioni, è vietato introdurre allergeni alimentari.

Gli esperti consigliano a tutti coloro che soffrono di allergie di tenere dei diari alimentari per determinare il tipo di allergene.

Ci vorranno 2-3 settimane per rilevarlo, durante questo periodo è necessario effettuare le voci appropriate nel quaderno, sulla base delle quali il medico può stabilire un quadro completo di ciò che sta accadendo.

Il successo nella determinazione dell'allergene e nel miglioramento del benessere del paziente dipende da una serie di regole:

  • stretta aderenza a una dieta ipoallergenica;
  • esclusione di alimenti "testati" dall'organismo dalla dieta;
  • limitare l'uso di antistaminici e farmaci ormonali.

Alimenti per allergia al latte

In caso di allergia al latte, o più precisamente alle proteine ​​del latte, è necessario escludere non solo il prodotto provocatore stesso, ma anche piatti preparati sulla sua base gelati, burro, margarina, torte, biscotti.

Tuttavia, è necessario capire che i componenti contenuti nel latte sono necessari per il pieno sviluppo del corpo e il mantenimento del suo normale funzionamento. Pertanto, al fine di rispettare i principi di una dieta ipoallergenica, il latte deve necessariamente essere sostituito con prodotti ipoallergenici simili:

  • Carne, pesce, uova.
  • Cereali integrali, noci, legumi.
  • A base di soia. Nei negozi in vendita puoi trovare cagliata di fagioli, formaggio, yogurt, latte. Il latte di soia sostituisce perfettamente il solito nella preparazione di cereali, prodotti da forno, bevande.

Se sei allergico alle proteine ​​del latte vaccino, puoi provare a passare alle capre. Il latte di capre non provoca reazioni allergiche in alcune persone.

Continuando a quanto sopra. L'allergia alle proteine ​​di mucca è tipica nella maggior parte dei casi per neonati e bambini di età superiore a un anno..

Inoltre, può apparire una reazione simile, anche se il bambino mangia solo latte materno, in questo caso la proteina allergenica entra nel corpo della madre e poi passa nel latte materno.

Con questo tipo di allergia, il latte vaccino deve essere sostituito con un altro, più ipoallergenico, ad esempio latte di soia o di capra. Vengono aggiunti ai cereali e anche da soli puoi imparare come preparare la ricotta e il kefir necessari per i bambini.

Se la dieta del bambino si basa sull'alimentazione artificiale, vengono selezionate per lui speciali miscele adattate a base di proteine ​​idrolizzate o latte di capra.

Quando si scelgono alimenti per bambini più grandi e adulti con un'allergia alle proteine ​​di mucca, leggere attentamente tutte le informazioni sulle etichette.

Regole nutrizionali di base

La dermatite atopica è una grave patologia che comporta molte complicazioni, se non segui una dieta, non assumere farmaci. In un bambino, la malattia si verifica a causa di un'alimentazione scorretta della madre, pertanto è necessario osservare la madre del bambino. Una dieta ipoallergenica prevede tre regole che devono essere seguite senza dubbio:

  1. La prima regola si basa sull'eliminazione dello zucchero. I bambini con dermatite atopica non dovrebbero mangiare zucchero, sostituirlo con frutta secca, budini non zuccherati, i medici raccomandano di mangiare fruttosio in piccole quantità.
  2. Regola due: inizia a tenere un diario. Questo metodo aiuterà a scoprire quale reazione ha avuto il bambino in caso di rieducazione. Sarà più facile per il medico rilevare l'allergene.
  3. La terza regola non è il panico. La dermatite atopica è straordinariamente curabile. Se è controindicato per un bambino assumere determinati alimenti, è possibile trovare ricette (molto gustose) che contengono alimenti consentiti. Questo diversificherà la dieta del bambino..
  4. Regola quattro: nessuna limitazione rigida. Per uno sviluppo normale, il bambino ha bisogno di nutrienti. Sì, molti alimenti esclusi li contengono, ma possono essere sostituiti con qualcos'altro e allo stesso tempo più utili.
  5. La quinta regola è una dieta sensata. L'alimentazione del bambino deve essere preparata dal medico curante, non tutti i genitori sono in grado di comprendere la composizione dei prodotti. Una dieta campione preparata da un medico ti aiuterà a regolare la nutrizione del tuo bambino e ad aggiungere nuovi pasti sani.

Il principio principale della dieta è di ridurre le manifestazioni della malattia regolando la dieta.

Perché il cibo dietetico è così necessario

La necessità di un'alimentazione dietetica è di ridurre l'infiammazione della pelle. Questo può essere fatto tagliando alcuni degli alimenti che hanno causato questa condizione. L'obiettivo della dieta è limitare o eliminare completamente le sostanze, la cui ingestione provoca dermatite atopica in un bambino.

Genitore, ricorda! Non puoi costringere un bambino a mangiare se rifiuta.

Non importa quale dieta sceglie il medico. Può essere una dieta a rotazione o ipoallergenica, l'importante è aderirvi in ​​entrambi i casi. Per evitare che il bambino sia tentato di mangiare qualcosa di dannoso, rimuovilo dal frigorifero. Dovrebbe contenere solo quei prodotti consentiti. Un adulto sarà in grado di sopportare questo periodo e i bambini hanno maggiori probabilità di arrendersi. Pertanto, sarà meglio se il bambino vede solo ciò che può..

Importante! La dieta per la dermatite su viso, braccia, gambe, addome o schiena ha le stesse caratteristiche. Lei può solo distinguere dalla causa dell'evento

Ricette sane

È facile seguire una dieta curativa con un multicucina o una doppia caldaia, puoi preparare molti piatti che saranno non solo sani, ma anche molto gustosi.

  1. Piatto di pesce - devi prendere un filetto di pesce magro, sale, mettere in una doppia caldaia su foglie di lattuga. Tritare finemente l'aneto in cima, aggiungere una foglia di alloro. Dopo 20 minuti alla massima potenza, il piatto sarà pronto da mangiare..
  2. Porridge di mais: sciacquare le semole, immergerle in acqua in anticipo, metterle in una ciotola per la cottura a vapore e aggiungere acqua in un rapporto da 1 a 4. Impostare il timer per 25 minuti nella modalità “porridge”. Quindi aggiungere sale e un cucchiaio di olio vegetale a piacere, lasciare per 5 minuti in modalità "riscaldamento". In 10 minuti dopo il languore, può essere servito il porridge.
  3. Fegato di pollo al forno: devi preparare 500 g di prodotto, zucchine, erbe, un cucchiaio di olio vegetale e maionese fatta in casa. Sbattere il fegato, condire con sale e pepe a piacere, mettere in una forma preparata, sopra le zucchine, tagliare a strisce, maionese, aneto, prezzemolo. Cuocere fino a quando saranno teneri.

Prima di cambiare la dieta abituale, è necessario consultare un medico, potrebbe essere necessario sostituire alcuni prodotti di una dieta terapeutica con un supplemento speciale o una composizione vitaminica in farmacia..

Un'alimentazione corretta e sana è la chiave per il successo del recupero e il miglioramento del tuo benessere! Abbi cura di te e non automedicare!

Latte di capra per dermatite atopica in un bambino

Per qualche ragione, c'è un'opinione che il latte di capra sia ipoallergenico e alcuni sui forum scrivono che è quasi lo stesso del latte materno. Lontano da esso.

Il latte di mucca è spesso allergenico con la sua beta-globulina, caseina, alibumina. In capra, la loro composizione è diversa. Questo è il motivo per cui il passaggio dal latte vaccino al latte di capra produce un effetto così positivo. I produttori ne hanno tenuto conto e hanno iniziato a produrre miscele a base di latte di capra: Nenny-1, Nenny-2, Kozochka. Per molte madri, sono diventate salvezza.

Ma il problema è che se la pressione sanguigna del bambino è iniziata a seguito di una reazione alla caseina, che è presente in entrambi gli animali, allora né il latte né le miscele aiuteranno. I bambini dovranno passare a miscele idrolizzate. e i bambini più grandi fanno a meno del latte intero. Inoltre, esiste il rischio di contrarre l'encefalite virale. anche se il latte di una "nonna familiare".

Cos'è una dieta ipoallergenica

Una dieta ipoallergenica è una dieta speciale che esclude il consumo di alimenti con un'alta probabilità di sviluppare allergie ad esso. Se segui una tale dieta, una persona malata dovrebbe selezionare per sé i prodotti ipoallergenici che non causano lo sviluppo della patologia.

È abbastanza semplice farlo, poiché la ricerca in corso ha permesso di dividere il cibo principale in tre gruppi a seconda del grado di allergenicità..

L'eliminazione di alimenti altamente allergenici dalla dieta consente di raggiungere diversi obiettivi contemporaneamente:

  • Rimozione delle tossine accumulate dal corpo;
  • Prevenzione dello sviluppo di una nuova reazione allergica;
  • Ridurre il carico sul tratto digestivo e normalizzare il suo lavoro;
  • Identificazione di alimenti pericolosi;
  • Ridurre l'uso di antistaminici.

La terapia dietetica per diversi tipi di malattia deve essere rigorosamente osservata per i primi sette-dieci giorni di trattamento. In futuro, l'espansione della nutrizione viene effettuata gradualmente ed è in questo momento che è possibile scoprire su quale prodotto si manifestano i sintomi. Cioè, una dieta ipoallergenica per le malattie di origine alimentare è anche un metodo per la sua diagnosi..

Elenco di alimenti allergenici e ipoallergenici

I prodotti in base al grado di pericolo sono suddivisi in tre gruppi: con livelli di allergenicità massimo, medio e basso. Con la patologia acuta, i primi sono completamente esclusi dalla dieta, questi includono:

  • Frutti di mare, caviale di salmone, pesce.
  • Latte di mucca.
  • Yogurt al formaggio.
  • Uova. L'alimentazione complementare del bambino inizia con il tuorlo, poiché è la proteina che contiene la maggior parte dei complessi allergenici per l'uomo.
  • Salsicce, carne affumicata.
  • In scatola e in salamoia.
  • Salse e condimenti.
  • Alcune verdure, come pomodori, melanzane, sedano, peperoni rossi, carote.
  • Tutti gli agrumi.
  • La maggior parte delle bacche e frutti freschi. Molto spesso, le allergie sono provocate dall'uso di fragole, lamponi, fragole; more, uva, ciliegie, melograni, pesche, prugne, meloni, cachi.
  • Acqua frizzante.
  • Tutti i tipi di noci.
  • Funghi.
  • Miele.
  • Contiene cacao, come il cioccolato.

Il menu dietetico ipoallergenico comprende cibi con un contenuto medio e basso di allergeni.

  • Cereali - grano, segale.
  • Semole - mais, grano saraceno.
  • Maiale, carne di cavallo, agnello, tacchino, carne di coniglio.
  • Dai frutti: banane, angurie, albicocche.
  • Da bacche - ribes, mirtilli rossi, mirtilli rossi, ciliegia di uccello.
  • Verdure - piselli, legumi, patate, peperoni verdi.

Elenco degli alimenti più ipoallergenici:

  • Latte fermentato - kefir e yogurt naturali, latte cotto fermentato, ricotta.
  • Maiale magro, in umido o bollito.
  • Una gallina.
  • Dai pesci puoi spigola e merluzzo.
  • Pane di riso, grano saraceno, mais.
  • Dalle verdure - zucchine, cavoli, zucca, cetrioli, insalata verde, rape. Può aneto, prezzemolo, spinaci.
  • Cereali - riso, farina d'avena, orzo perlato, semola.
  • Girasole, oliva, burro.
  • Da bacche e frutti - mele verdi, pere, uva spina, ciliegie, ribes bianco.
  • Frutta secca - prugne secche, pere secche e mele. Sulla loro base, vengono preparate composte e uzvar..
  • Dalle bevande: brodo di rosa canina, tè verde.

Menu di esempio

Il menu per la settimana dovrebbe essere bilanciato

Una dieta ipoallergenica per bambini piccoli prevede l'introduzione nella dieta di alimenti a basso contenuto allergenico. Un bambino di sei mesi può ricevere zucchine, cavolfiori, broccoli. Entro 3 giorni, è necessario monitorare le condizioni del bambino: se sono comparsi punti ed eruzioni cutanee. Se non vi è alcuna reazione, queste verdure potrebbero essere presenti nel menu permanente..

Da 8 mesi possono essere introdotti prodotti lattiero-caseari fermentati. È meglio scegliere il tacchino o il coniglio dalla carne. Ecco come appare in azione il principio di una dieta di eliminazione, che è ottimale per i bambini di età inferiore a 1,5-2 anni..

La dieta deve essere progettata in modo tale che il bambino non subisca una carenza di nutrienti. Dovrebbe contenere proteine ​​vegetali, a meno che non provochino dermatiti e fibre.

Ecco come appare un piano alimentare approssimativo per una settimana:

  1. Colazione: porridge di riso in acqua, tè.
  2. Pranzo: zuppa con brodo vegetale con polpette di carne.
  3. Merenda pomeridiana: biscotti di farina d'avena.
  4. Cena: involtini di cavolo ripieni con carne macinata di manzo.
  1. Colazione: mele cotte, gelatina.
  2. Pranzo: grano saraceno bollito, tè.
  3. Merenda pomeridiana: una manciata di prugne secche.
  4. Cena: zucchine vegetali e spezzatino di cavolfiore.
  1. Colazione: farina d'avena in acqua con zucca, tè.
  2. Pranzo: riso bollito, lingua di manzo in umido.
  3. Merenda pomeridiana: latte cotto fermentato.
  4. Cena: cotolette di vitello al vapore, insalata di barbabietole.
  1. Colazione: farina d'avena sull'acqua, toast con marmellata.
  2. Pranzo: zuppa di purea di verdure con spinaci.
  3. Merenda pomeridiana: un bicchiere di kefir magro.
  4. Cena: coniglio brasato, insalata di cetrioli.
  1. Colazione: zucca in umido.
  2. Pranzo: tagliatelle, cotolette di tacchino al vapore.
  3. Merenda pomeridiana: banana.
  4. Cena: zucchine in umido con cipolle e carote.
  1. Colazione: porridge di grano saraceno sull'acqua.
  2. Pranzo: borscht magro, purè di patate con polpette di tacchino.
  3. Merenda pomeridiana: mela cotta.
  4. Cena: vermicelli in casseruola, cavolfiore bollito.
  1. Colazione: farina d'avena sull'acqua, toast con formaggio magro.
  2. Pranzo: zuppa di verdure, spezzatino di tacchino.
  3. Merenda pomeridiana: bere yogurt.
  4. Cena: mele cotte con ricotta.

Questa dieta è adatta ai bambini dai 2 ai 7 anni, se necessario, può essere regolata in base ai gusti del bambino. La porzione di servizio ottimale è di 200-250 grammi.

Bere tisane dovrebbe essere fatto con cura, soprattutto - solo con il permesso del pediatra

È importante osservare il regime di consumo, il bambino dovrebbe bere almeno 1 litro di acqua pulita al giorno. Brodi, primi piatti non sono inclusi in questa quantità

Il fluido aiuta a eliminare le tossine dal corpo.

Alcuni bambini preferiscono mangiare 5-6 volte al giorno, le dimensioni delle porzioni dovranno essere ridotte in questo caso, lo stomaco non dovrebbe essere sovraccarico. All'età di 3-5 anni, i bambini hanno spesso malattie del tratto gastrointestinale: gastrite, discinesia biliare. È associato a dieta malsana, cibi pesanti, fast food, bevande gassate.

È meglio che i piatti siano composti da una o due parti. I bambini di 2-3 anni sono spesso schizzinosi riguardo al cibo, dando la preferenza a qualsiasi prodotto. Più semplice è il pasto, più facile è convincere il bambino a provare un nuovo piatto..

Come mangiare i bambini

Quando si verificano allergie nei bambini, è molto difficile spiegare loro perché è necessario rinunciare ai loro piatti preferiti. Ma affinché il bambino si riprenda, è ancora necessario elaborare la dieta giusta per lui e selezionare gli alimenti ipoallergenici ottimali.

Gli allergologi consigliano di aderire ai seguenti principi nutrizionali:

  • Impedire al bambino di mangiare troppo;
  • Ricorda che la maggior quantità di probabili allergeni si trova negli alimenti proteici: pesce, carne, uova, ricotta. Non può essere completamente rimosso dalla dieta e deve essere consumato in giorni diversi;
  • Ridurre lo stress sul sistema digestivo. Per fare questo, insieme ai pasti proteici, devi mangiare più frutta e verdura. Le fibre contenute negli alimenti vegetali aiuteranno a rimuovere rapidamente le sostanze allergeniche dal corpo;
  • I piatti dovrebbero essere variati, fortificati e riempiendo la necessità di tutte le sostanze utili.

Nel trattamento della patologia, è necessario escludere dalla dieta alimenti con un alto contenuto di allergeni.

Quando si introducono nuovi prodotti, tutte le modifiche devono essere registrate in un diario alimentare, questo ti permetterà di capire come il corpo del bambino reagisce all'espansione del menu.

Pasti ipoallergenici approssimativi per bambini:

  • A colazione, il bambino può mangiare miglio, riso, porridge di mais, noodles bolliti, ricotta, purè di patate, una frittata con verdure. Puoi aggiungere frutta, zucca, burro ai cereali. Il tè, il brodo di rosa canina è utile dalle bevande.
  • A pranzo: zuppa di verdure con polpette, borscht vegetariano o sottaceti. Per il secondo sono adatti stufato di verdure, pasta, patate, insalata di verdure, casseruola, carne bollita o pollo. I bambini possono bere gelatina, composta di frutta secca.
  • Per cena: frittelle di zucchine o patate, riso, ricotta, casseruola di carne, porridge di grano saraceno, pollo bollito.

Durante la dieta, i dolci sostituiranno una mela, una pera o una banana. A volte puoi dare un cucchiaio di miele, ma solo se non sei allergico ad esso.

Prodotti consentiti

Un esempio di nutrizione per la dermatite negli adulti - menu per 3 giorni.

Mangiare1 giorno2o giorno3 ° giorno
ColazionePorridge di riso in acqua con frutta secca, tè.Farina d'avena bollita con frutta secca o mele, composta.Porridge di mais bollito, tè.
PranzoBanana.Yogurt alla frutta.Mela cotta.
PranzoZuppa di purea di verdure e grano saraceno bollita, pane.Borsch, pane.Arrosto di carne magra e verdure.
Spuntino pomeridianoYogurt.Un bicchiere di kefir.Yogurt.
CenaCasseruola di ricotta con frutta, composta.Insalata di verdure con burro, pane.Pesce al vapore e porridge di riso.

Sono ammessi solo alimenti freschi, sono esclusi gli imballaggi sottovuoto e le forme in scatola di servizio.

Tabella dei prodotti approvati

Esiste una tabella universale di allergenicità alimentare, in cui tutti gli ingredienti alimentari sono suddivisi in base all'attività allergica del cibo..

Ecco un esempio di ingredienti a basso potenziale per provocare una reazione allergica, disponibili per il consumo..

Per la dermatite nei bambini, la tabella è simile.

  • carne magra: agnello, coniglio, manzo;
  • verdure: zucchine, patate, zucca, cetriolo, fette biscottate;
  • tutta la frutta e verdura verde;
  • latte fermentato: kefir, yogurt, latte fermentato da forno, yogurt;
  • cereali;
  • pane, prodotti farinacei.

Tipi di diete basiche per allergie

Esistono tre tipi principali di diete ipoallergeniche che i medici raccomandano ai loro pazienti con reazioni allergiche:

  1. Non specifico;
  2. Eliminazione;
  3. alternato.

L'alimentazione non specifica è prescritta per ridurre il carico complessivo sul corpo e tale alimentazione viene utilizzata per qualsiasi tipo di allergia.

La dieta di eliminazione viene utilizzata quando è noto che la patologia si sviluppa precisamente sul cibo.

Principi di aderenza a una dieta non specifica

Viene selezionata una dieta ipoallergenica non specifica per il periodo dell'intera esacerbazione della malattia, indipendentemente da quale irritante abbia causato la successiva esacerbazione.

Quando si segue una tale dieta, le ricette selezionate dovrebbero contenere un set minimo di alimenti con un alto contenuto di allergeni.

  • Da verdura - agrumi, che includono mandarini, melograni, fragole, lamponi, pomodori, meloni. Altri frutti con colore arancione e rosso possono anche essere inclusi in questo gruppo..
  • Miele e altri prodotti dell'apicoltura;
  • Uova e piatti da loro;
  • Pesce;
  • Funghi;
  • Caffè, cioccolato;
  • Conservare salse e condimenti.

Tutti questi prodotti sono completamente esclusi dal menu giornaliero per il periodo di manifestazione acuta di tutti i sintomi della malattia. È inoltre necessario abbandonare i semilavorati, i prodotti contenenti additivi alimentari, conservanti e aromi vari..

Durante un'esacerbazione, è necessario ridurre al minimo il consumo di sale e quindi pesce affumicato, salsicce, prodotti in salamoia. Il sale migliora le manifestazioni di reazioni di intolleranza. Le bevande alcoliche hanno la stessa proprietà..

Nutrizione di eliminazione

Nel caso in cui sia noto il principale allergene che influenza lo sviluppo della malattia, viene scelta una dieta di eliminazione. La sua osservanza consiste nel rifiuto completo di alimenti pericolosi..

Se si osserva la nutrizione per eliminazione ipoallergenica, il menu esclude completamente quegli alimenti che possono contenere anche una piccola quantità dell'allergene identificato. Quindi, ad esempio, se sei allergico alle uova, devi escludere prodotti da forno, maionese, soufflé.Il divieto, se segui una dieta simile, si applica anche a cioccolato, pesce, agrumi, miele, noci.

Sono esclusi anche gli alimenti che aumentano l'allergenicità dell'intero piatto aumentando la permeabilità delle mucose degli organi digestivi, queste sono spezie, brodi forti, sale, zucchero.

Quando si compila un menu per una dieta ipoallergenica, è importante introdurre nella dieta un alimento che contenga enterosorbenti vegetali, cioè fibre. Questi sono crusca, frutta, verdura, cereali integrali, ecc.

È necessario scegliere solo quelle ricette in cui i piatti vengono preparati mediante stufatura o bollitura. Le pentole a pressione multicucina funzionano bene..

Una migliore digestione e una completa scomposizione di tutti gli allergeni alimentari si verificano con pasti frequenti e frazionari in piccole porzioni.

Se la dieta ipoallergenica di eliminazione è selezionata correttamente per la persona malata, di solito si nota un miglioramento evidente del benessere e dell'attenuazione delle manifestazioni cliniche di intolleranza entro 3-4 giorni.

Si raccomanda di osservare la rigorosa limitazione da dieci a quindici giorni. In futuro, è necessario introdurre gradualmente altri prodotti più ipoallergenici..

Una restrizione rigorosa ea lungo termine non dovrebbe essere permanente, altrimenti porterà a un'interruzione dell'apparato digerente e ciò contribuirà anche allo sviluppo di segni di intolleranza.

Prima di iniziare una dieta ipoallergenica, gli adulti possono praticare il digiuno per i primi due giorni di esacerbazione della malattia. Ma per non aggravare le tue condizioni sui principi di rifiuto del cibo, devi consultare il tuo medico.

All'inizio dell'uscita dalla dieta di eliminazione, dovrebbe essere tenuto un diario alimentare. Ogni giorno registra informazioni su un nuovo prodotto e la risposta del corpo ad esso..

Tenere un diario del genere, anche per un mese, ti permetterà di capire a quali alimenti il ​​corpo ha una reazione di intolleranza..

Dieta alternata

Questo tipo di dieta ipoallergenica alternata è adatto a quei casi in cui l'intolleranza a un particolare tipo di cibo si manifesta con sintomi minori, cioè un'eruzione cutanea appare sul corpo, disturbi respiratori minimi. Un prodotto pericoloso con tali manifestazioni della malattia può essere consumato in piccole quantità una volta ogni tre o cinque giorni.

Dieta per bambini di età superiore a un anno

La dieta per bambini da uno a tre anni che sono inclini all'atopia è simile alla dieta per una madre che allatta. Nonostante il fatto che gli allergeni alimentari abbiano ora meno effetti sul corpo rispetto all'infanzia, è comunque necessario seguire rigorosamente le regole dietetiche per la dermatite atopica. La tabella seguente aiuterà i genitori a navigare meglio nella selezione di prodotti accettabili per il bambino..

Fino a 3 grammi al giorno

Tuttavia, ci sono casi in cui il processo infiammatorio sulla pelle del bambino non si ferma anche se vengono osservate tutte le regole di una dieta ipoallergenica. Inoltre, il bambino può lamentare dolore addominale, che è accompagnato da costipazione. Ciò può essere dovuto a disbiosi, malattie del fegato, gastrite. La presenza di questi sintomi è un motivo per chiedere consiglio a un gastroenterologo e iniziare il trattamento delle malattie associate alla dermatite atopica.

Menu di esempio per un bambino con dermatite atopica:

Colazione. Duecento grammi di porridge, cotti in terza acqua da grano saraceno non tostato, pre-imbevuto con l'aggiunta di mezzo cucchiaino di olio vegetale (di oliva o di colza).

Pranzo. Zuppa di verdure a base di purè di verdure: patate imbevute, cavolo bianco, cipolle, olio vegetale. Puoi aggiungere un po 'di purea bollita a questa miscela. Si consiglia di drenare il brodo mezz'ora dopo l'inizio della cottura di tale zuppa e continuare a cuocere fino a quando saranno teneri..

Cena. Porridge di miglio cotto in terza acqua.

Tra una poppata e l'altra, puoi offrire i frutti del bambino che crescono nella zona climatica di residenza e non sono trattati con sostanze chimiche per una migliore conservazione. Il bambino non ha bisogno di essere sovralimentato. Lascialo mangiare in piccole porzioni, masticando il cibo lentamente e bene..

La dieta per la dermatite atopica è senza dubbio una delle fasi più importanti per il successo del trattamento della malattia. Tuttavia, la sua efficacia dipenderà dall'esclusione di altri fattori intorno al bambino che influenzano negativamente la salute del bambino e accorciano il periodo di remissione della dermatite atopica:

  • indumenti sintetici, indumenti in tessuti grossolani;
  • lavare i vestiti e le lenzuola del bambino con normali detergenti;
  • articoli per la casa in cui può accumularsi polvere (tappeti, libri, ecc.);
  • biancheria da letto in piuma (cuscini, materassi);
  • rara pulizia a umido della stanza;

Con la dermatite atopica in un bambino, è importante seguire una dieta ipoallergenica non solo per il bambino, ma anche per la madre che allatta. Sono ammessi tipi di carne a basso contenuto di grassi, ricotta, kefir, cereali, verdure e frutta di varietà verdi

Sono vietati i prodotti allergenici: latte di mucca, uova, agrumi, carni affumicate, dolci.